EuropaGli Stati Europei mostrano uno sviluppo disomogeneo nel perseguimento dei tre obiettivi comunitari stabiliti, al 2020, nella protezione del clima e lo sviluppo energetico

 

•• Ridurre del 21%, entro il 2020, le emissioni nocive: un obiettivo tangibile, tanto più che in UE, dal 1990 al 2012, si è riusciti a ridurle del 18%, e con le tecnologie e i sistemi di allora.

Il rapporto EEA «Tendenze e proiezioni in Europa al 2013» considera i progressi fatti dall’UE in merito ai tre obiettivi comunitari fissati entro il 2020: ridurre le emissioni di gas per prevenire l’«effetto serra», favorire l’adozione delle energie rinnovabili e implementare l’efficienza energetica. E gli sviluppi attuati dai singoli Stati membri sono stati, sinora, significativi, contribuendo a ridurre del 13% il consumo finale di energia nel 2011 (dovrà arrivare al 20% nel 2020).

Mentre l’obiettivo globale europeo è a buon punto, non ci sono buone notizie da parte dei singoli Stati: nessuno di essi, infatti, è in grado di soddisfare collettivamente i tre obiettivi.

I 15 Stati membri, che hanno siglato un impegno comune nell'ambito del Protocollo di Kyoto, tra il 2008 e il 2012 hanno ridotto le emissioni del 12,2%, andando ben oltre l'obiettivo dell'8% richiesto dallo stesso Protocollo. Inoltre, quasi tutti i Paesi europei, sono in linea nell’obiettivo individuale di riduzione dei gas serra nell'ambito del protocollo di Kyoto.

Il Trading System per le emissioni dell'UE (EU ETS) ha sostenuto molti Stati membri nel raggiungimento degli obiettivi di Kyoto. Quando sono stati concordati obiettivi per ETS e settori non compresi nell’ETS, si è rilevato che molti paesi hanno bisogno di acquisire grandi quantità di crediti di emissione per raggiungere i loro obiettivi individuali, in relazione agli accordi stipulati. Ciò riguarda in particolare l'Austria, il Liechtenstein, il Lussemburgo e la Spagna.

 

Alessandro Ferri
Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.