MichelinUn accordo per la produzione sostenibile di gomma naturale

Michelin ha annunciato l’avvio di una joint-venture in Indonesia con il Gruppo Barito Pacific: scopo dell’accordo, la produzione di gomma naturale eco-friendly. Secondo i termini dell’accordo, questa nuova joint-venture sarà per il 53% di proprietà di BPG e per il 47% di Michelin, che partecipa con 55 milioni di dollari.

Il progetto prevede la riforestazione di tre concessioni, per una superficie totale di 88.000 ettari, precedentemente devastata da una deforestazione incontrollata. Su un’area pari alla metà di questa superficie, situata nelle province di Jambi (Sumatra) e del Kalimantan-Timur nord-orientale (Borneo), verranno piantati alberi destinati alla produzione di gomma naturale (per un totale di circa 80.000 tonnellate l’anno). L’altra metà della superficie sarà destinata alla ricostituzione di un ambiente naturale, con coltivazioni destinate alla comunità locale e la piantumazione di specie vegetali endemiche. Si prevede che questo progetto creerà più di 16.000 posti di lavoro locali, diretti e indiretti. 


Albero della gommaQuesta joint-venture rientra nella promozione delle pratiche di produzione sostenibile di gomma naturale: per avviare questi progetti, Michelin ha scelto di collaborare a lungo termine con il WWF, un’organizzazione non governativa che certo non necessita di presentazione. Questa partnership, avrà una durata di 4 anni, ed è stata firmata il 24 aprile 2015 da Jean-Dominique Senard, CEO del gruppo Michelin, e da Marco Lambertini, Presidente di WWF International.

Gli obiettivi dell’accordo consistono, in particolare, nella creazione di tre partenariati, specificamente funzionali a tre obiettivi:
• un partenariato globale avrà il compito di promuovere buone pratiche nel campo della coltivazione degli alberi da gomma, dei metodi di estrazione e della trasformazione del lattice tra le multinazionali dell’industria della gomma; 
• un altro partenariato svilupperà la ricerca e l’attuazione delle migliori soluzioni nelle zone dove saranno piantati gli alberi. Per raggiungere l’obiettivo, Michelin e Barito Pacific Group hanno costituito uno specifico organo di governance, nel quale entrerà anche il WWF, mirato alla protezione del Tigapuluh National Park e della Limau Protected Forest, oggi a rischio di deforestazione;
• vi sarà infine un terzo partenariato, congiuntamente alla WWF France Foundation, per operazioni di protezione, conservazione e recupero della flora e della fauna all’interno e nei pressi delle zone di concessione. 



Alessandro Ferri

[20 Mag 2015]
Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.