Matera presentazione Festival Nazionale delle Mongolfiere

di Marco Chinicò • Il volo più ecologico, simbolo del rispetto ambientale, per esplorare un paesaggio «culturale» straordinario, riconosciuto patrimonio dell’UNESCO

 

Sassi, paesaggio, natura, rispetto e tutela dell’ambiente, eco-sostenibilità ed eco-mobilità, prodotti tipici locali, intrattenimento e sviluppo del turismo. Tutto questo sarà di scena al prossimo «Festival Internazionale delle Mongolfiere», il primo in assoluto nel nostro bel paese, che aprirà le danze alla fine di marzo 2013 in occasione della festa dell’Aria e del Paesaggio ambientale e culturale del Sito, e che avrà come palcoscenico i famosi Sassi di Matera e il prospiciente Altopiano Murgico. Sarà quindi possibile ammirare dall’alto il «paesaggio culturale» della città antica dei Sassi e il Parco Storico-Ambientale delle Chiese Rupestri, dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità.

 

“La visita alla città di Matera non è altro che l’occasione per scoprire una realtà che ruota attorno alla natura e all’uomo, alla vera antropologia culturale”. Così si è espresso Fabrizio Zampagni, il principale organizzatore di questo particolare evento che attirerà materani e non, pronti a visitare una delle regioni d’Italia con il maggior flusso turistico.

 

Mongolfiere all’insegna dell’eco-sostenibilità? “Yes we can”, direbbe qualcuno, e l’ambiente sarà ancora una volta al centro dell’attenzione. Trenta le mongolfiere pronte a salire, la maggior parte delle quali straniere. Completeranno le offerte di incontro e di svago: workshop, visite guidate alla scoperta della città e dei suoi meravigliosi sassi, gite a bordo di veicoli elettrici, calessi, biciclette e degustazioni dei prodotti tipici locali con promozione della dieta mediterranea. Il tutto con l’obiettivo di rendere Matera una città accessibile a tutti, con particolare attenzione a famiglie, bambini, disabili ed anziani. Valorizzazione, tutela, sicurezza del territorio sono tematiche che troveranno quindi ampio spazio in questo primo Festival Internazionale.

 

Un appuntamento, il Festival, che rappresenta per la città di Matera una sorta di prova generale prima del 2019, anno della sua candidatura al titolo di «Capitale della cultura», un’occasione nella quale onorare il prestigioso riconoscimento avuto nel 1993 quando appunto i suoi Sassi sono entrati a far parte del patrimonio dell’UNESCO.

 

Marco Chinicò
Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.