Vietato realizzare e utilizzare sul territorio regionale impianti di trattamento a caldo quali incenerimento, termovalorizzazione, pirolisi o gassificazione

 

Il divieto è contenuto nella recente legge regionale 23 novembre 2012, n. 33, pubblicata nel Bollettino Ufficiale dello scorso 27 novembre.

L’unico articolo della legge, modificando l’art. 7 della L.R. n. 31/2007 recante nuove disposizioni in materia di gestione dei rifiuti, stabilisce che, in considerazione delle ridotte dimensioni territoriali della regione e dei limitati quantitativi di rifiuti prodotti, nel ciclo integrato dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali non pericolosi non si realizzano, né si utilizzano sul territorio regionale, impianti di trattamento a caldo quali incenerimento, termovalorizzazione, pirolisi o gassificazione.

L’obiettivo è tutelare la salute e perseguire criteri di economicità, efficienza ed efficacia.

 

[Redazione Protectaweb]
Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.