logo CinemAmbienteAl via la 16° edizione di CinemAmbiente, il più importante Festival di film a tematica ambientale. Numerose le iniziative e gli accorgimenti per rendere l’evento un esempio di «rispetto». E tra gli sponsor: Air France, un colosso dal cuore ambientalista

 

•• Si inizierà a «girare» il 31 maggio per terminare le «riprese» il 5 giugno la 16ma edizione del Festival dedicato al cinema. Attore protagonista: l’ambiente, ma in scena andranno molti di quanti gli portano rispetto...  La data di chiusura della manifestazione coincide con il World Environment Day (WED - http://www.portlandoregon.gov/wed/), la Giornata Mondiale dell'Ambiente, istituita nel 1972 e promossa dall'ONU (UNEP) quest’anno dedicata al Food Waste (uno dei grandi paradossi di un Pianeta sottoposto a evidenti squilibri nella ridistribuzione della ricchezza e delle risorse alimentari), e il tutto si inserisce nell’ambito degli Smart City Days, i giorni che Torino dedica alla sostenibilità ambientale ed alla qualità della vita nelle città.

La sedicesima edizione, organizzata dal Museo nazionale del cinema di Torino, prevede anteprime, proiezioni, e dibattiti con ospiti provenienti da tutto il mondo. 80 i film in scaletta suddivisi tra le sezioni competitive nazionali ed internazionali. (Concorso Internazionale Documentari, Concorso Documentari Italiani, Concorso Internazionale Documentari «One Hour», Concorso «La Casa di Domani»), la sezione «Ecokids», la sezione Panorama e diversi Eventi Speciali. Si tratta di documentari a tematica ambientale prodotti negli ultimi due anni che saranno giudicati da giurie composte da esponenti del mondo del cinema, della cultura e dell’ambientalismo Presidente della giuria internazionale 2013 è Maurizio Nichetti. Oltre ai film, il festival propone incontri con i protagonisti dell'ambientalismo, da quest'anno «EcoTalk» e tanti eventi collaterali.

Ambiente oltre la macchina da presa

CINEMAMBIENTEIl CinemAmbiente è di per sé un Festival a basso impatto energetico: le emissioni di CO2 prodotte durante la manifestazione sono compensate, i suoi prodotti sono realizzati con materiali riciclati e certificati Ecolabel e FSC. Il Festival aderisce inoltre al protocollo dell'Agenda 21 relativo all'acquisto di materiali ecosostenibili. Anche gli ospiti saranno messi in condizione di comportarsi con rispetto: si sposteranno per la città in bike sharing e gusteranno pasti rigorosamente a chilometri zero. E gli sponsor? Inutile dirlo: esempi concreti di impegno ambientale. Il più eloquente: Air France!

Air France vettore ufficiale del Festival, esempio eccellente di sostenibilità

Fa rotta verso lo sviluppo sostenibile, ormai per tradizione, la compagnia aerea francese, che quest’anno è vettore ufficiale del Festival. Combattere i cambiamenti climatici, minimizzare l’impatto sull’ambiente, contribuire allo sviluppo locale, condurre una politica responsabile nei confronti del personale, sono alcuni degli ambiti in cui Air France, ed il Gruppo Air France KLM, si muove.

Puntiamo a stabilire un equilibrio sostenibile tra lo sviluppo dell’aviazione e il nostro impatto ambientale complessivo, dando il nostro contributo all’impegno globale, mobilitando il settore e riducendo l’impatto che produciamo.” afferma Bénédicte Duval, Direttore Generale Air France KLM per l’Italia.

 

Se l’aviazione è oggi responsabile di circa il 2% delle emissioni globali di CO2 dovute all’attività dell’uomo (fonte: GIEC) è giusto che le Compagnie aeree intervengano. Così, il Gruppo Air France KLM ha adottato provvedimenti a tutto campo, quali: rinnovo continuo della flotta con aerei di nuova generazione, meno rumorosi e più efficienti sotto il profilo energetico; adozione, da parte dei piloti del Gruppo, di procedure più efficienti in termini energetici, senza per questo compromettere la sicurezza del volo; riduzione del peso a bordo con, tra gli esempi più recenti, la sostituzione delle rastrelliere per i quotidiani sugli aerei KLM (-12 kg per aereo); ottimizzazione del quantitativo di acqua potabile portata a bordo e sostituzione delle poltrone letto nella Business Class di Air France (-5 kg per sedile). Per dare un senso a questi «accorgimenti», un dato: un chilo risparmiato su ogni aereo Air France si traduce in un risparmio di 75 tonnellate di CO2/anno.


Air FranceMa anche lo sviluppo di biocarburanti sostenibili è una priorità per il Gruppo. KLM ha operato voli commerciali tra Amsterdam e Parigi utilizzando biocarburante ricavato da olio di cucina riciclato. Attualmente opera una volta la settimana tra New York ed Amsterdam con questo tipo di propellente. E importante sapere che la scarsa reperibilità di biocarburanti per il trasporto aereo nel mercato, non permette, al momento, di operare «green» su ulteriori rotte e per tempi più lunghi. Ma anche un procedimento innovativo per il lavaggio esterno degli aeromobili permette di ridurre di 100 volte il consumo d’acqua necessaria. Grazie all’applicazione dei detergenti (biodegradabili oltre il 96% e non tossici) con dei canovacci, un Boeing 777, ad esempio, che prima richiedeva 10.000 litri d’acqua per il lavaggio esterno oggi ne ha bisogno di soli 100 litri. Questo nuovo sistema permette di economizzare ogni anno 8 milioni di litri d’acqua e 57 tonnellate di CO2.

Ricordiamo anche che il personale divide, per quanto è possibile, gli scarti a bordo: vetro, lattine, cartone e carta, allo scopo di riciclarli. Air France ha anche introdotto l’opzione di un Menu BIO, con un piccolo sovrapprezzo, sui voli intercontinentali. KLM ha un approccio specifico sulla sostenibilità della ristorazione a bordo mirato a preservare la natura e la biodiversità. Il caffè servito a bordo dei voli KLM proviene da coltivazioni che seguono le disposizioni della Rainforest Alliance ed il tè arriva da piantagioni che operano in modo socialmente responsabile. Il latte e le confezioni per la prima colazione sui voli europei sono biologici. Inoltre, KLM è la prima e l’unica compagnia aerea che serve pesce pescato in modo sostenibile.

Ed anche i dipendenti dicono la loro. Nel 2011 il Reparto Manutenzione ha presentato 5.811 idee, oltre il 75% delle quali saranno messe in pratica. Il personale di KLM è impegnato in attività di gruppo, ma l’iniziativa di ognuno è particolarmente incoraggiata dalla Compagnia.

 

Roberta Di Giuli

 

Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.