Renault a Villa Borghese

La Casa francese impegnata nella riqualificazione del parco di Roma attraverso la piantumazione di lecci lungo il Viale dei Pupazzi

 

•• Mette ancora radici l’impegno ambientale di Renault, ma questa volta radici concrete. Il gesto di sostenibilità, infatti, consiste nella piantumazione di lecci a Villa Borghese, ed in particolare lungo il Viale dei Pupazzi, zona che ha visto disperdere il suo patrimonio arboreo a causa delle abbondanti nevicate del febbraio 2012. L’intervento di riqualificazione riguarda, quindi, una delle ville più belle del mondo e una delle arterie più importanti della villa, ossia quella che fornisce l’accesso naturale a Piazza di Siena e unisce la Fontana dei Pupazzi al Tempietto di Diana.

L’intervento, realizzato da Renault in collaborazione con il Servizio Giardini dell’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale (che gestisce il verde dell’area) ha un impatto notevole non solo a livello di riqualificazione territoriale. Oltre a compensare le perdite subite, infatti, i lecci assorbiranno un quantitativo pari a circa 2 tonnellate all’anno di CO2 (151 kg/anno per ciascun albero).

Renault - Villa Borghese - Viale dei PupazziIl viale è ora, e per due anni, nelle mani di Renault che garantirà la cura e la manutenzione delle piante messe a dimora. Al termine di questo periodo, i lecci entreranno a far parte a pieno titolo del patrimonio comunale di alberi e piante.

“Da sempre Renault è impegnata a promuovere una cultura di rispetto dell’ambiente circostante e uno sviluppo sostenibile dei consumi. - ha dichiarato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione di Renault Italia -. Questo intervento ci rende particolarmente orgogliosi e felici, perché sana una ferita ormai risalente a oltre un anno e mezzo fa in uno dei parchi più belli del mondo”.

L’iniziativa è il risultato di un concorso di idee promosso nel 2012 da Renault tra i suoi dipendenti per premiare la proposta più green e sostenere una riflessione continua sull’importanza di adottare, sul lavoro come nella vita privata, atteggiamenti e comportamenti responsabili e sostenibili.

“Un intervento simbolico - ha continuato Fontana Giusti - ma che ben esprime la visione di sostenibilità di Renault che si traduce in un impegno per la riduzione dell’inquinamento atmosferico, attraverso lo sviluppo di motori ecologici e il programma di diffusione della mobilità elettrica a zero emissioni”.

 

[Redazione PROTECTAweb]
Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.