Si chiama «Gurdian SismAlarm» il primo dispositivo che rileva le onde sismiche primarie e può segnalare in anticipo l’arrivo dell'onda distruttiva dei terremoti. Ed è tutto italiano!


«Sfrutta» l’energia dei terremoti che si libera in profondità attraverso le onde sismiche che precedono quelle distruttive, rilevandola. Quindi, attraverso alcuni sensori interni, dà l’allarme con segnali acustici e visivi, la cui intensità è direttamente proporzionale a quella del terremoto, avvertendo dell’emergenza. È il compito a cui è destinato Guardian SismAlarm, che sembra poter dare risposte importanti nell’infinito capitolo delle previsioni dei terremoti. In realtà di questi, come tengono a sottolineare i responsabili, non è possibile prevedere con certezza luogo, tempo e intensità. Questa nuova tecnologia, però, può dare un contributo per cautelarsi dall’evento.

Nel dettaglio, si tratta di un prodotto a tecnologia digitale di ultimissima generazione, unico sui mercati e di cui si avvierà la commercializzazione nelle prossime settimane

Il prodotto vanta il logo made in Italy. Italiani, infatti, la tecnologia, l’ingegnerizzazione, il design e la produzione. Del resto l’Italia è paese molto vulnerabile dal punto di vista del rischio sismico, che minaccia il 44% della superficie nazionale (il 36% dei Comuni), dove risiedono circa 22 milioni di persone.

 

[Redazione PROTECTAweb]
[14 Ott 2014]

 

 

 

Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.