Secondo il rapporto Comuni Rinnovabili 2017, negli ultimi due anni sono stati realizzati oltre 180.000 impianti fotovoltaici senza incentivi 

 

Con oltre un milione di impianti da fonti rinnovabili, l’Italia è uno dei paesi di punta nel mondo come installazioni. Non a caso, in tutti i 7.978 comuni rinnovabili del nostro Paese è presente almeno un impianto tra biomassa, fotovoltaico, eolico, geotermia, idroelettrico. Ben 40 di questi Comuni sono al 100% rinnovabili: tutti i consumi elettrici e termici sono soddisfatti da energia prodotta a zero emissioni. È quanto emerge in sintesi dal Rapporto Comuni Rinnovabili 2017 di Legambiente, realizzato con il contributo di Enel Green Power e in collaborazione con GSE, che racconta il successo delle fonti pulite e il cambiamento che sta avvenendo nel territorio italiano con numeri, storie e oltre 200 buone pratiche raccolte sul portale dedicato (www.comunirinnovabili.it). In particolare, sorprende la crescita del solare, avvenuta in assenza di incentivi. Negli ultimi due anni in Italia sono stati realizzati 180.000 impianti solari fotovoltaici - pari al 25% di tutti quelli presenti nel nostro Paese - per un totale di 1.310 MW di capacità installata. In tutti i 7.978 Comuni è presente almeno un impianto fotovoltaico, mentre 6.819 comuni ospitano almeno un impianto solare termico.

Oggi i Comuni del solare sono passati 7.978, mentre sono 6.819 quelli che hanno almeno un impianto solare termico. “Il dossier Comuni Rinnovabili - spiega Edoardo Zanchini, Vicepresidente di Legambiente - mostra i successi dei territori che credono e scommettono nelle rinnovabili. Ora è il momento di accelerare, non accontentandosi di questi risultati. Proprio l’Accordo di Parigi e i nuovi obiettivi europei sul clima e l’energia, oggi ci obbligano a guardare a come costruire un nuovo scenario di sviluppo delle energie pulite nel nostro Paese, dove si possano cogliere i vantaggi della rivoluzione in corso nel sistema energetico per rilanciare sviluppo e lavoro. Le esperienze raccontate e premiate dimostrano un Italia all'avanguardia nel Mondo e oggi, con la riduzione dei costi degli impianti e le innovazioni in corso nei sistemi di accumulo, nelle smart grid e nelle auto elettriche, l'Italia può scegliere di puntare su un modello energetico che abbia al centro il territorio e l'autoproduzione da fonti pulite".

Concetti condivisi dall’Amministratore Delegato di Enel Green Power Antonio Cammisecra: “I risultati di questo studio evidenziano come continua in tutto il mondo la crescita delle rinnovabili, un processo che va avanti anche in Italia. Se guardiamo al territorio emerge poi come siano tanti i comuni e le imprese che sono dentro modelli innovativi. Il futuro sempre più imminente sta nello sviluppo di generazione rinnovabile integrata con reti intelligenti e sistemi di accumulo”. 

[15 Giu 2017]

Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.