Impianti fotovoltaici residenzialiEsiste un mercato italiano del fotovoltaico che cammina a prescindere dai meccanismi incentivanti. A fine 2014 raggiunte quasi 650mila connessioni nel nostro Paese, per una potenza totale installata di 18.325 MW. A fare la voce grossa sono gli impianti per uso residenziale. I numeri sono da primato!


•• Piccoli impianti… dai grandi numeri! Siamo a quota 648.183 impianti installati nel Paese, anno domini 2014, con una potenza totale di 18.325 MW. Un dato che ci permette di coprire - udite udite - quasi il 15% del totale installato nel mondo! Sotto altra orgogliosa prospettiva: il parco installato in Italia è il terzo nel mondo alle spalle solo della Germania e della Cina e prima di colossi quali gli USA e il Giappone.

A mettere sul piatto questi ghiotti risultati è ANIE Rinnovabili, unica voce confindustriale del settore, che rappresenta le imprese costruttrici di componenti e impianti per la produzione di energia da fotovoltaico, eolico, biomasse e geotermia, mini idraulico.

Gli impianti residenziali: forza nuova

A crescere nell’ultimo anno, secondo ANIE Rinnovabili, sono stati innanzitutto gli impianti di piccola taglia: l’incrocio del numero di impianti installati nel 2014 (50.571 unità) con il valore della potenza implementata (385 MW) evidenzia che a farla da padrone lo scorso anno sono stati proprio gli impianti del settore residenziale.

Nella storia del mercato fotovoltaico degli ultimi anni, l’anno 2013 non ha certo portato fortuna, registrando un calo del fatturato di più del 70% rispetto all’anno precedente, con gravi ripercussioni sull’occupazione. Una crisi post incentivi che però, contemporaneamente, ha fatto registrare una buona tenuta per gli impianti che usufruivano della detrazione Irpef per l’installazione su edifici residenziali, compresi tra i 3 e i 6 kW di potenza. E proprio nell’ambito di questa classe di potenza, nel 2014 si è registrata la massima potenza installata, pari a 123,6 MWp (megawatt di picco, ovvero la potenza nominale di un impianto fotovoltaico). Seconda classe di potenza si è attestata quella compresa tra i 20 e i 200 kW, propria del settore industriale, in cui a fine 2014 si è registrata una potenza installata pari a 97,98 MWp.

È significativo che nel 2014 le istallazioni di fotovoltaico siano prevalentemente di dimensioni medio-piccole: circa il 60% della potenza installata è rappresentata da impianti fino a 20 kW - commenta il Presidente di ANIE Rinnovabili, Emilio Cremona. - Le famiglie e le PMI credono davvero nel fotovoltaico, i dati ce lo dimostrano. E con la detrazione fiscale del 50%, prorogata fino al 31 dicembre 2015, è possibile un ritorno concreto degli investimenti sostenuti in tempi rapidi: in cinque anni è già possibile ammortizzare i costi. Per non parlare del fatto che le spese da sostenere sono diminuite di circa il 75% rispetto a qualche anno fa. Siamo lieti di poter dire che esiste un mercato italiano del fotovoltaico che va oltre i meccanismi incentivanti e che si sviluppa in maniera costante e continua.

È proprio dal residenziale, dalle nuove tecnologie di accumulo e dallo stimolo all’autoconsumo che deve venire lo slancio per la ripartenza del nostro comparto industriale”.


Roberta Di Giuli
[18 Mar 2015]


Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.