Nissan

I dati sulle attività di riciclo e recupero dei veicoli in Giappone per l’anno fiscale 2013 raccontano una storia di grande impegno e grandi risultati

 

•• Talento ambientalista decisamente dimostrato! Nissan Motor Co., Ltd. Ha infatti annunciato i risultati delle attività di riciclo e recupero dei veicoli in Giappone per l’anno fiscale 2013 (da aprile 2013 a marzo 2014). I numeri non lasciano dubbi sulle verdi virtù del Gruppo automobilistico: i dati del recupero dei rifiuti provenienti dalla rottamazione (ASR, Automobile Shredder Residue) dei prodotti legati agli airbag e dei fluorocarburi derivati dai veicoli in fine vita rispettano pienamente la legge giapponese sul riciclo dei veicoli. Nell’anno indicato, dunque, Nissan ha recuperato 112.507,2 tonnellate sulle 115.741,4 tonnellate di ASR raccolte da 533.836 veicoli in Giappone. La percentuale di recupero è del 97,2% e conferma la sua tradizione, per l’ottavo anno consecutivo, di onorare i requisiti legislativi giapponesi, che impongono un obiettivo del 70% entro l’anno fiscale 2015. La percentuale di recupero per i veicoli in fine vita (valore effettivo) è del 99,5%. Nissan, inoltre, ha azzerato i rifiuti di tipo ASR conferiti in discarica o inceneriti, e ha partecipato al collaudo sperimentale di un innovativo metodo per differenziare gli ASR e riutilizzarli come risorse.

Stessi grandi numeri di recupero per i prodotti correlati agli airbag: Nissan ha recuperato infatti 1.603.679 da 445.635 veicoli, grazie a sofisticati processi industriali e all’attivazione a bordo. La percentuale di riciclo per gli airbag tocca dunque quota 94,1%, nettamente superiore al valore di legge dell’85%. Sono stati raccolti fluorocarburi per un totale di 138.602,149 kg da 490.825 veicoli.

Il costo delle operazioni di recupero e riciclo di questi materiali è stato di 5.400.091.730 di yen. La tassa sul riciclo e i proventi generati dal fondo per il riciclo dei veicoli ammontano a 6.286.540.805 di yen e hanno permesso di realizzare un surplus netto di 886.449.075 di yen. Dall’anno fiscale 2004 all’anno fiscale 2013, il costo totale delle attività di recupero e riciclo ha creato un surplus netto di 2.987.067.988 di yen, equivalente a 560 yen per veicolo. Per il medio e il lungo termine, Nissan prevede che il costo delle attività di riciclo si stabilizzerà.


Nissan Piano Ambientale


I risultati spingono l’eco-ambiziosa azienda verso nuovi traguardi: nell’ambito del Nissan Green Program 2016, il Piano ambientale a medio termine, Nissan continuerà a impegnarsi per migliorare il riciclo dei veicoli a fine vita per massimizzare le percentuali di recupero previste dalle normative giapponesi. Utilizzando attivamente gli impianti di riciclo degli ASR, dall’anno fiscale 2012 Nissan ottiene costantemente il risultato di zero rifiuti di tipo ASR conferiti in discarica o inceneriti. L’obiettivo è raggiungere una percentuale di recupero del «fluff» di frantumazione degli autoveicoli pari al 100%.


[Redazione PROTECTAweb]

 

Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.