Nissan LeafSi svolgerà ad Udine Fiere, dal 17 al 19 maggio, il nuovo Salone sulla carbon footprint. In scena prodotti e tecnologie che stanno scrivendo le prime pagine della mobilità sostenibile


•• Dalla microcar elettrica per tutte le tasche, alle innovazioni di domani sulla mobilità sostenibile a due e quattro ruote, dalla pista trial per provare i nuovi veicoli elettrici e ibridi alle case history di successo come la società di TPL con il parco macchine urbano più eco in Italia: il primo salone in Italia dedicato all’impronta di carbonio, EOS (Exposition of Sustainability), avrà una speciale attenzione per i trasporti a basse emissioni.

Una vetrina sulla mobilità sostenibile

La mobilità che non lascia impronta ambientale, questo vuole essere EOS, in programma alla Fiera di Udine dal 17 al 19 maggio 2013, che chiama a raccolta le più recenti innovazioni del settore, sia quelle destinate ad uso privato che per imprese e pubblica amministrazione. A «sfilare», quindi, i veicoli 100% elettrici come la novità assoluta presentata da Area 20, ossia una microcar elettrica, al momento top secret. Perfetta per uso urbano, vanta un prezzo inferiore ai 10.000 euro ed è  prossima al lancio sul mercato.

Renault di AutonordFioretto si presenterà con la Kangoo elettrica e con la nuovissima city-car Zoe modello avveniristico sia nelle linee che nella tecnologia, tanto da raggiungere un’autonomia di 210 km. Rivoluzionario il sistema di ricarica rapida grazie al quale, collegando il veicolo ad un’apposita colonnina pubblica, è possibile ricaricare l'80% della batteria in un'ora! Non da meno Nissan che, con la concessionaria Emmecar, presenta una «storica» del comparto: la LEAF, auto elettrica in grado di raggiungere un’autonomia di 175 km. Una conquista che sfrutta batterie agli ioni di litio, con un tasso di riciclabilità superiore al 95%. Peugeot, varcherà la soglia di EOS con tre veicoli verdi, messi a disposizione dalla concessionaria Bliz. Accanto a iOn, soluzione 100% elettrica con la possibilità di effettuare la ricarica rapida della batteria (50% in 15 minuti e 80% in 30 minuti), protagonista sarà il primo ibrido diesel al mondo, montato sulla 3008 HYbrid 4 e la all-road 508 RXH.


Peugeot 508 RHX Protectaweb Peugeot 3008 Hybrid Protectaweb


Il motore elettrico è posizionato posteriormente, condizione che consente di ottenere un veicolo ibrido a trazione 4x4. La tecnologia ibrida Diesel permette di ottenere eccezionali valori sia in termini di emissioni di CO2 sia di consumi (3,8 l/100 km, 99 g di CO2), circa il 35% in meno rispetto ad un veicolo di analoga potenza.

Toyota Prius Plug-In, ProtectawebA bordo della Prius Plug-In della Moretto Group, arriva invece Toyota. Vettura ibrida dall’autonomia in modalità elettrica nettamente superiore al passato. La batteria a ioni di litio può essere ricaricata utilizzando la rete domestica in un’ora e mezza e con questa carica il veicolo è in grado di percorrere fino a 25 km in funzione elettrica.

Ad EOS non rimarranno delusi nemmeno gli amanti delle due ruote: biciclette a pedalata assistita, scooter, ciclomotori e veicoli anche per uso industriale di Ecomove, saranno a disposizione per… l’apprezzamento del pubblico.

Ecomove A2B metroImmancabile sarà un giro di prova per gli appassionati con i veicoli a basse emissioni a due e a quattro ruote nella pista trial. Nell’area si svolgerà anche la parte pratica dei corsi tenuti dagli esperti dell’Autodromo di Modena per imparare le giuste tecniche di guida, viaggiare sicuri e risparmiare carburante con la vettura di tutti i giorni. Il circuito modenese, impegnato con il Ministero dell’Ambiente per la valutazione e riduzione del proprio impatto ambientale, durante i corsi approfondirà i concetti della guida sicura applicati alla guida eco-sostenibile ed insegnerà le tecniche per sfruttare al meglio il recupero di energia in fase di rallentamento/frenata nell’utilizzo di auto ibride ed elettriche.


A EOS non mancheranno nemmeno soluzioni per la ricarica dei moderni veicoli. Innovative le proposte di Area 20, che si presenta con due sistemi; il primo per i veicoli elettrici, indubbiamente vantaggioso per la mobilità urbana di breve raggio. Per le tratte più lunghe Area 20 presenta invece una soluzione di ricarica per mezzi a gas metano, particolarmente innovativa perché consente di sfruttare il gas della rete locale, con la comodità di «fare il pieno» senza recarsi al distributore.

I vantaggi ambientali di queste due opzioni di mobilità derivano dall’abbattimento delle emissioni. La normativa europea definisce, infatti, veicoli basso-emissivi quelli che producono quantità inferiori a 100 grammi di CO2/km. Le utilitarie a metano di ultima generazione producono solo 79 grammi di CO2/km (e inoltre rispetto al gasolio non emettono particolato); un’auto elettrica (considerando le emissioni indirette che si ottengono per la produzione di energia elettrica necessaria a ricaricare il veicolo) viaggia invece intorno ai 60-61grammi di CO2/km pur non emettendo gas di scarico durante il tragitto e restituendo quindi un’aria più respirabile in città. Le emissioni si azzerano se l’energia elettrica utilizzata è prodotta da fonti rinnovabili.


SAFPosto al sole al Salone EOS per una case history d’eccellenza nell’ambito del trasporto pubblico, che viene proprio da Udine. Si tratta della SAF Autoservizi FVG S.p.A., ossia la società che si colloca al primo posto in Italia per composizione eco-sostenibile del proprio parco macchine destinate al trasporto urbano: il 75% degli autobus di questa categoria è infatti a metano, rispetto ad una media di molto inferiore nelle altre società connazionali di servizi. Significativa la storia che ha portato a questo risultato: la paternità del primo autobus italiano a metano è proprio di ATM (ora SAF). Nato nel 1986, prese il nome di METABUS. Per quanto riguarda il trasporto extraurbano (condizionato da difficoltà di rifornimento del metano) più di 100 veicoli SAF montano motori EEV (Enhanced Environmentally Friendly), tecnologia superiore all’Euro5.

Arriva ad EOS armata di buone intenzioni ecologiche di abbattimento degli inquinanti anche Autovie Venete, impegnata a ridurre le emissioni di anidride carbonica derivanti dalle proprie attività e ad incrementare le misure a tutela dell’ambiente. Tra queste, anche una particolare attenzione alla difesa degli aspetti naturalistici, alla salvaguardia idrica e del terreno, alla mitigazione del rumore e alla tutela della fauna realizzando appositi sottopassi.

Venerdì 17 maggio alle 16.30

Spazio ad un convegno per approfondire le nuove frontiere della mobilità sostenibile a 360 gradi, intesa quindi come trasporto su gomma e rotaia, stile di guida, veicoli, progettazione sistemica sul territorio e infrastrutture. Condotto da Maria Leitner di TG2 Motori, l’incontro alternerà testimonianze in situ e in videoconferenza (in linea con lo spirito di carbon saving del salone), fra cui si annoverano Trenitalia, il TIS di Bolzano con i Mobility & Intelligent Transport Systems, Autogrill, Autodromo di Modena e i principali innovatori in materia di veicoli sostenibili.


SkateworkOrganizzato da Udine e Gorizia Fiere S.p.A. con il supporto dell’agenzia di green consultancy Gruppo Rem, EOS è patrocinato da Ministero dell’Ambiente, Ministero dello Sviluppo economico, Kyoto Club, Provincia e Comune di Udine, e realizzato con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e in partnership con la Camera di Commercio di Udine. Il salone si articolerà in aree dedicate rispettivamente a prodotti green, mobilità sostenibile e servizi. Testimonial della fiera sarà il geologo e giornalista Mario Tozzi, conduttore di «Atlantide» su La7, impegnato anche come divulgatore scientifico su temi di attualità ambientale.

Sottolinea la Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco: “EOS si propone come evento dove scoprire che un’economia a basse emissioni di CO2, più competitiva e capace di sfruttare le risorse in modo efficiente e sostenibile, è possibile e soprattutto in linea con gli obiettivi dell’UE in tema di crescita sostenibile. Una fiera, quindi, dove scoprire i possibili scenari del futuro, dove verranno presentate nuove tecnologie e metodi di produzione «verdi». EOS è un’importante opportunità per le aziende che hanno preso un impegno concreto nel rispetto dell’ambiente, pur operando in settori merceologici diversi (green services, green products, green mobility). Nei confronti dei visitatori/consumatori, EOS offrirà proposte concrete e spunti di riflessione per fare scelte consapevoli riducendo l’intensità in termini di risorse di ciò che usiamo e consumiamo. Un programma di incontri, seminari e convegni favorirà il confronto, l’aggiornamento e l’aggancio al futuro nel segno della crescita e del risparmio”.

Visitare EOS e prendere parte a tutti gli eventi in programma non sarà solo semplice e interessante, ma anche gratuito. 


Roberta Di Giuli


? EOS (Exposition of Sustainability)

Udine, 17-18-19 maggio 2013

Orari apertura: dalle 10.00 alle 20.00

www.eosfiera.it - www.facebook.com/EOSfiera


Share

Noi usiamo i cookie per per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie essenziali al funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra cookie policy.

Io accetto i cookie di questo sito.