Home Ambiente Marco Mari è ...

Marco Mari è il nuovo Presidente di GBC Italia

Il programma, triennale, del Green Building Council Italia sarà all’insegna della continuità e della coerenza, per la trasformazione del mercato immobiliare e dell’edilizia nel segno della sostenibilità. L’impegno e l’entusiasmo del neo presidente che raccoglie la sfida delineando nuove strategie di diffusione della già avviata innovativa cultura dell’abitare

 

Il Consiglio di Indirizzo di GBC Italia, composto da 24 membri neoeletti, ha nominato all’unanimità Marco Mari (presentato dal Socio Ongreening) nuovo Presidente di GBC Italia.

Nella prima assemblea del Board dell’Associazione, tenutasi a pochi giorni dall’insediamento della nuova Consiliatura, sono stati nominati Fabrizio Capaccioli (presentato dal Socio ASACERT) vice-Presidente di GBC Italia ed Enrico Scalchi (presentato dal Socio Italcementi) Segretario Generale.

 Chi è Marco Mari

Si fa definire “Gentleman | passionate working striving to immagine and build a greener future”. Laureato in ingegneria con master in sistemi di gestione della qualità, Marco Mari ha una venticinquennale esperienza nei temi della sostenibilità e della certificazione nell’ambito dell’edilizia e dei prodotti. Su tali tematiche ha partecipato ad un elevato numero di progetti con le principali committenze a livello nazionale e internazionale.

Apprezzato consulente strategico ha fatto parte del Board di associazioni quali ANPAR e Re-Mind Filiera Immobiliare, inoltre partecipa e coordina attivamente i comitati scientifici in seno a Remtech-RIGENERACITY e Fondazione Montagne Italia, membro del collegio dei docenti del corso di dottorato in Sostenibilità Ambientale e Benessere dell’Università di Ferrara, è Presidente dell’Advisory Board di Ongreening, la piattaforma internazionale per il green building e i green product.

Il neo-Presidente Mari in occasione della sua nomina ha dichiarato “Abbiamo oggi la possibilità di procedere ad un ampio sviluppo della nostra Community, grazie agli insegnamenti del fondatore Mario Zoccatelli, maestro cui devo molto in termini di visione e approccio, e alle tante esperienze fatte anche nella consiliatura recentemente conclusasi assieme all’amico professor Giuliano Dall’O’. Assumere l’incarico di Presidente di GBC Italia è per me un grande onore e al contempo una sfida impegnativa, soprattutto in un periodo come quello che stiamo purtroppo passando. Serve procedere sulla strada tracciata, dobbiamo continuare a rafforzare i nostri legami, e definire nuove strategie che ci permettano di rigenerare l’ambiente costruito in equilibrio con la natura. La nostra associazione ha già posto le basi per definire una nuova cultura dell’abitare, ripartiremo dal Manifesto recentemente pubblicato ma assieme alla nuova consiliatura dovremo andare oltre, fornendo al mondo, anche grazie alle community internazionali di USGBC e World GBC, un nuovo paradigma che aggiunga aspetti innovativi che abbiamo già testato, come quelli inerenti il patrimonio edilizio storico-culturale e l’inclusione di metriche a maggior garanzia per le calamità naturali come ad esempio quelle sismiche. Siamo fortemente motivati ad estendere l’utilizzo dei protocolli energetico-ambientali alle aree interne del nostro Paese, anche e soprattutto in quelle funestate dal recente sisma, definendo nuovi strumenti per la valorizzazione delle tante comunità e borghi storici, ricchezza che il mondo intero apprezza e ci riconosce,– continua il neo Presidente – Ho la fortuna di poter contare su una squadra di consiglieri motivati e di grande spessore, un’ampia rete di relazioni nazionali e internazionali ed uno staff competente. Ma la grande forza sono e rimarranno sempre i nostri soci, ed è grazie alla loro leadership che possiamo e dobbiamo proporci come la più autorevole comunità dell’edilizia sostenibile grazie anche al coordinamento dei Chapter regionali. Ciò che ci aspetta è una grande responsabilità: progettare un futuro più resiliente, sostenibile e salubre per tutti. Questo è lo sforzo richiesto dalla nostra Community. Il mondo intero sta fronteggiando una crisi globale, ma è anche la più grande opportunità per il pianeta e per noi di realizzare in modo compiuto quella visione dalla quale siamo partiti nel 2008”.

L’Assemblea del «Consiglio di Indirizzo» ha subito coralmente espresso la chiara volontà di lavorare insieme per obiettivi condivisi, all’insegna dell’inclusione e del consenso, affinché GBC Italia mantenga il suo ruolo di Associazione leader grazie anche ai suoi oltre 300 soci membri e circa 200 professionisti aderenti.

GBC Italia continuerà a seguire con forza e decisione il solco tracciato dalla precedente Consiliatura per poter attuare la trasformazione del mercato delle costruzioni e proprio per questa ragione, accanto al Consiglio di Indirizzo, sono stati già nominati altri 3 componenti del nuovo Comitato Esecutivo: Giuliano Dall’O’ (presentato dal Socio AiCARR), Francesco Bedeschi (presentato dal Socio University of Arkansas Rome Program) e Iris Visentin (presentata dal Socio QualityNet).

Al professor Giuliano Dall’O’, docente di Fisica Tecnica Ambientale presso il Politecnico di Milano, è stata riconosciuta la carica onorifica di «Former President» per l’impronta lasciata nel precedente mandato e per confermare che il nuovo corso sarà all’insegna della continuità e della coerenza con quanto già sviluppato dal precedente Board.

Chi è GBC (Green Building Council) Italia

GBC Italia è un’associazione senza scopo di lucro cui aderiscono le più competitive imprese e le più qualificate associazioni e comunità professionali italiane operanti nel segmento dell’edilizia sostenibile.

GBC

■ fa parte del World GBC (World Green Building Council) – la più grande organizzazione internazionale al mondo attiva per il mercato delle costruzioni sostenibili – formata da una rete di GBC nazionali presenti in più di 70 paesi;

■ è costituita da un network nazionale di più di 300 soci, tra aziende, organizzazioni pubbliche e private e professionisti che rappresentano l’intera filiera del settore delle costruzioni ed è parte di un network internazionale, la Europe Regional Network di World GBC, che comprende 24 GBC nazionali.

■ promuove un processo di trasformazione del mercato edile italiano attraverso la promozione del sistema di certificazione di terza parte e dei propri protocolli di certificazione (i sistemi GBC) espressamente sviluppati per le specificità del mercato italiano, i cui parametri stabiliscono precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a contenuto impatto ambientale;

■ partecipa a progetti di ricerca e innovazione sull’edilizia sostenibile, finanziati a livello locale, nazionale ed internazionale e, in qualità di associazione senza scopo di lucro, partecipa nei consorzi di progetto, supporta e coinvolge i soci nella ricerca e nella scrittura di domande di finanziamento.

■ mette a disposizione – per quanto attiene ai progetti – le proprie competenze per favorire il dialogo tra stakeholder e attori della filiera attraverso processi partecipati; svolgere attività di informazione e divulgazione di contenuti a livello nazionale ed internazionale; sviluppare attività di formazione di professionisti e aziende; supportare la definizione di policy; sviluppare sistemi di rating e strumenti per l’implementazione e l’applicazione delle policy a livello locale. 

I progetti europei di GBC Italia a sostegno della Renovation Wave

  • Build Upon: per decarbonizzare le nostre città.
  • Level(s): strumento per misurare e valutare gli edifici sostenibili attraverso degli indicatori chiave di
  • BIM4REN: progetto europeo BIM4REN che punta a fornire gli strumenti BIM in supporto agli interventi di riqualificazione di edifici residenziali.
  • EeMAP – Energy efficient Mortgages Action Plan: Piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica.
  • BUILD UPON (2015-2017): progetto collaborativo sul tema della riqualificazione energetica profonda degli edifici.
  • Smarter – Finance for families: progetto europeo volto a migliorare il benessere dei cittadini europei offrendo nuove opportunità al settore finanziario e delle costruzioni per creare Green Homes.

Per ultimo, una soddisfazione da parte del nostro gruppo editoriale Ecoedizioni Internazionali per aver ricevuto, nel 2019, la visita in cantiere dell’allora vice-Presidente Marco Mari e il suo gradito plauso per il progetto di ristrutturazione edilizia ecocompatibile «ecoHouse&ecoOffice360» che stiamo realizzando (vedi portale PROTECTAweb). Dopo il fermo dei lavori da fine febbraio dovuto al Covid-19, in previsione della fine della ristrutturazione, lo attendiamo all’inaugurazione nella sua nuova veste…

 [ Roberta Di Giuli ]