Home Ambiente Antognolla, u...

Antognolla, un resort green nel cuore verde d’Italia

Progettato nel cuore dell’Umbria con rigidi criteri di sostenibilità e autosufficienza, il lussuoso resort, ancora in fase di realizzazione, si porrà come esempio di efficienza idrica ed energetica, con zero plastica, zero rifiuti e grande connessione con la natura

Antognolla Resort and Residences, la cui apertura è prevista per il 2023, sarà una struttura di lusso a circa 20 km a nord di Perugia. La tenuta di Antognolla ha una superficie di quasi 1.400 acri, un’area immersa in un contesto di rara bellezza nei presi di una fitta foresta.

Il progetto

Il progetto, gestito da Six Senses, prevede la ristrutturazione della tenuta medievale di Antognolla risalente al XII secolo, con la sua cripta e gli affreschi del VI secolo della storica cappella dei tempi di San Francesco d’Assisi, e la conversione in un hotel di lusso con 107 camere e più di 70 residenze private, SPA e altre strutture.

In linea con i valori del marchio Six Senses, il Castello, l’Antico Borgo e la tenuta saranno ricostruiti con un approccio sostenibile per efficienza energetica e tecniche di costruzione ambientale.

Un progetto di conservazione storica che porterà la struttura ad essere il primo castello del XII secolo in Italia con la certificazione LEED dell’US Green Building Council.

Per dare spazio al prestigioso complesso, sono già cominciate le demolizioni di diversi edifici abbandonati.

Il concept che si persegue in ogni fase della progettazione e realizzazione è quello di una struttura in linea con le peculiarità del paesaggio e tutt’altro che invadente.

La sostenibilità comincia dalla fase di demolizione: più del 75% dei rifiuti saranno recuperati per il riutilizzo oppure smaltiti in modo appropriato. Molto materiale sarà trattato e riciclato e verrà riutilizzato per le strade interne di Antognolla.

Sacaim, storico contractor italiano specializzato nella ristrutturazione di edifici storici, monumenti, castelli e borghi storici, ha predisposto un team di esperti per lavorare a questo prestigioso progetto con il team di Antognolla e i migliori fornitori e appaltatori locali.

La trasformazione degli edifici storici prediligerà la conservazione e il restauro della pietra antica esistente che caratterizza l’architettura di questo antico Castello.

I grandi spazi della tenuta permetteranno agli ospiti dell’Antognolla Resort and Residences di passare molto tempo all’esterno, camminare, godersi il paesaggio locale e la fauna selvatica, usare veicoli elettrici in loco (come le e-bike).

Efficienza energetica e idrica

Per garantire alti livelli di efficienza energetica, sono stati studiati specifici sistemi di riscaldamento e raffreddamento, un’apposita copertura degli edifici e un’illuminazione a basso consumo.

L’acqua piovana sarà raccolta e trattenuta in loco per essere utilizzata nell’irrigazione del paesaggio naturale e per gli spazi verdi che circondano l’hotel; un’alta percentuale del consumo di energia sarà generata da fonti rinnovabili.

Contatori di energia, acqua e qualità dell’aria monitoreranno costantemente le prestazioni ambientali dopo l’apertura dell’hotel, permettendo agli ospiti di constatare la cura posta all’aspetto sostenibile.

Sarà inoltre realizzato uno spazio, l’Earth Lab, per testimoniare agli ospiti l’impegno usato della struttura nella conservazione dei materiali e per coinvolgerli in workshop interattivi e attività, per sottolineare la volontà dell’hotel di diventare un resort completamente plastic free.

Food e vigneti

Altro obiettivo è rendere l’Antognolla Resort and Residences un centro di eccellenza culinaria: anche in cucina la sostenibilità sarà un pilastro chiave.

Erbe e verdure saranno coltivate in loco così come verranno allevati alcuni capi di bestiame per assicurare che ingredienti freschi, locali e biologici siano introdotti nelle portate del ristorante.

I rifiuti alimentari saranno compostati, e il compost utilizzato per il giardino, l’orto biologico e per le erbe dedicate ai trattamenti termali.

Antognolla Resort and Residences vuole rappresentare un nuovo punto di riferimento green nel settore dei soggiorni di lusso in campagna.

[ Federica Pacetti ]