Home Ambiente Conferenza Na...

Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica degli Amici della Terra

L’obiettivo della diminuzione delle emissioni del 50% nel 2030 fissati dal Piano Nazionale di Energia e Clima (PNEC), costringe a un confronto delle scelte e degli strumenti da adottare. L’occasione sarà l’XI Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica dell’Associazione ambientalista dal titolo: «Quanto conta l’efficienza nella transizione» che si terrà a Roma il 3 e 4 dicembre a Palazzo Rospigliosi

 

La politica energetica deve ispirarsi agli obiettivi europei che pretendono una diminuzione delle emissioni per il 2030 del 50%. Seppure rimane chiara la direzione da prendere, ancora risulta necessario interrogarsi sui «mezzi» a disposizione per raggiungere l’obiettivo. In linea con il principio #primalefficienza sancito a maggio u.s. dal Clean Energy Package della UE, si muove l’Associazione ambientalista Amici della Terra che ritiene la proposta di piano integrato Energia e Clima inviato dal Governo alla Commissione UE un buon punto di partenza. L’importante è individuare, dunque, gli strumenti possibili idonei al perseguimento degli obiettivi in merito ad efficienza energetica e rinnovabili.

L’avanti tutta su questo fronte non può dunque prescindere, secondo l’associazione, da nuove politiche per la diffusione degli usi efficienti del vettore elettrico, da una strategia di riqualificazione energetica degli edifici e da un rilancio dei certificati bianchi, il tutto con un occhio attento a salvaguardare l’economia e l’occupazione e, anzi, sostenendo i settori più promettenti dell’industria nazionale. Altro capitolo non trascurabile è il ruolo del gas nella transizione energetica uscendo da contrapposizioni ideologiche.

[ Redazione PROTECTAweb ]

 

[ LE SESSIONI ]

3 DICEMBRE

1a sessione – ore 9.30/13.30
Elettricità e/è efficienza

Il ruolo crescente del vettore elettrico nei consumi di energia sarà fondamentale per conseguire in modo virtuoso gli obiettivi 2030 del PNEC favorendo il miglioramento dell’efficienza energetica, la penetrazione delle fonti rinnovabili e la decarbonizzazione.

2a sessione – ore 14.30/17.30
Rifare le case e le città

in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma

Gli edifici del residenziale e il terziario (40% dei consumi finali di energia) costituiscono il principale potenziale per gli obiettivi 2030 dove sono possibili i più importanti miglioramenti di efficienza energetica anche in associazione alla messa in sicurezza dal rischio sismico. L’Europa ci impegna ad una strategia di lungo periodo per la riqualificazione energetica degli edifici.

► 4 DICEMBRE

3a sessione – ore 9.30/13.30
Quanto contano i certificati bianchi per gli obiettivi 2030

Una riflessione di carattere strategico sul ruolo di uno strumento di mercato come i TEE per conseguire gli obiettivi 2030 in modo coerente con il principio #primalefficienza

4a sessione – ore 14.30/17.30
Il ruolo del gas nella transizione

Il gas avrà un ruolo determinante nella transizione energetica, che deve essere affrontato apertamente fuori da contrapposizioni ideologiche.