Home Ambiente Earth Oversho...

Earth Overshoot Day: 29 luglio, risorse finite!

Quest’anno il giorno del «Sovrasfruttamento della Terra» cade oggi 29 luglio, tre settimane prima rispetto all’anno scorso. L’impegno e i consigli di GROHE per rendere possibile lo slittamento in avanti di una data che dimostra eloquentemente una cattiva gestione delle risorse del Pianeta 

 

Vuota, da oggi 29 luglio, la dispensa delle risorse ambientali che sarebbero dovute bastarci per il tutto il 2021. In altre parole, abbiamo consumato e usato tutte le risorse naturali messe a disposizione per quest’anno dal nostro pianeta. La sindrome del «frigo vuoto» rende drammaticamente l’idea di quanto siamo famelici nei confronti di un ecosistema che non può garantirci un’offerta adeguata alla nostra domanda. Così il sistema va in debito e i rischi aumentano…

Negli ultimi decenni, la data delle scorte esaurite si presenta regolarmente in anticipo. Quest’anno tre settimane prima del precedente, quando l’Earth Overshoot Day o, in italiano, il giorno del «sovrasfruttamento della Terra» ritardato dal lockdown pandemico, è stato il 22 agosto. Nel 1970 la giornata è caduta il 29 dicembre, sette mesi più tardi di quest’anno! Le cause principali sono da ricercare nell’aumento dell’impronta ecologica e nella deforestazione.

#MoveTheDate: come possiamo posticipare la data? Le stime dimostrano che un dimezzamento delle emissioni globali di carbonio servirebbe a spostare l’Earth Overshoot Day di 93 giorni, ovvero di oltre tre mesi. Brand leader globali, quindi, devono impegnarsi a favore di una drastica riduzione delle emissioni. Tra questi GROHE dimostra e conferma di fare la sua parte. Il Gruppo dall’aprile 2020, è uno dei primi nel settore idrosanitario ad aver raggiunto una produzione CO2-neutral, compensando le inevitabili emissioni di CO2 con due progetti: una centrale idroelettrica in India e un’attività di manutenzione pozzi in Malawi che si basano su criteri estremamente rigorosi come il Gold Standard, sviluppato sotto l’egida del WWF. In entrambi i casi, oltre a evitare emissioni di CO2, le misure contribuiscono anche a uno sviluppo più sostenibile, ecologico e sociale dei territori all’interno dei quali si inseriscono i progetti.

Le emissioni di CO2 però sono solo una parte del problema, in quanto ci sono molte altre risorse che richiedono una gestione più attenta, come l’acqua o altre risorse naturali. Per questo motivo, GROHE è impegnato nella produzione di soluzioni che al risparmio idrico ed energetico affianchino un approccio Cradle to Cradle® (C2C) in cui – a differenza del modello di economia lineare – un prodotto viene ideato e realizzato in modo che, al termine del ciclo di vita, i suoi componenti possano essere riutilizzati per creare nuovi prodotti. Con l’obiettivo di ridurre drasticamente l’uso di nuove risorse, GROHE ha recentemente lanciato i suoi primi prodotti Cradle to Cradle Certified® di livello Gold, scegliendo quattro dei suoi bestseller: tre miscelatori e un set asta doccia.

La lista dei buoni propositi di GROHE

Per ridurre il nostro debito con il Pianeta e posticipare il prossimo Earth Overshoot Day – #MoveTheDate GROHE ha stilato una lista di intenti.

Proposito per l’anno nuovo #1: raccogliere acqua piovana per innaffiare le piante

Le piante hanno costante bisogno di acqua, soprattutto in estate. Tuttavia, possiamo ridurre facilmente il nostro consumo idrico raccogliendo l’acqua piovana in barattoli o recipienti, utilizzandoli per innaffiare le nostre piante. In questo modo possiamo contribuire sia a contrastare la scarsità d’acqua che a ridurre le emissioni, poiché più piante coltiviamo più anidride carbonica viene assorbita.

Proposito per l’anno nuovo #2: usare sapone solido per risparmiare plastica

Sapone e shampoo solidi sono la soluzione ideale per iniziare a eliminare la plastica dai nostri bagni. Scrub e sapone per il corpo, detergenti viso, shampoo e balsamo: la varietà di prodotti incontra le esigenze e le necessità più diverse, sostituendo bottiglie e contenitori in plastica. I detergenti in versione solida, inoltre, sono l’ideale per viaggiare perché possono essere trasportati facilmente anche in bagagli di piccole dimensioni.

Proposito per l’anno nuovo #3: aumentare la durata di conservazione del cibo

Spesso il cibo va sprecato nostro malgrado, semplicemente perché va a male più velocemente di quanto pensiamo. Tuttavia, ci sono alcuni trucchi che permettono di conservare più a lungo alcuni alimenti. Per esempio, conservare una mela con le patate impedisce loro di germogliare. Togliere le fragole dalla loro confezione originale e metterle in un contenitore di vetro le fa durare più a lungo. Conservare i cipollotti in acqua non solo ne aumenta la durata, ma consente anche loro di continuare a crescere.[3]

Proposito per l’anno nuovo #4: coprire le pentole con il coperchio quando si cucina

Esistono diversi modi, semplici e intelligenti per risparmiare energia nelle nostre case. Uno di questi è cucinare con il coperchio chiuso: se lo usiamo almeno in cinque sessioni di cottura a settimana, arriviamo a consumare fino a 1/3 in meno di energia, pari a un risparmio di circa 46 euro e 100 kg di emissioni di CO2 all’anno[4].

Proposito per l’anno nuovo #5: evitare frutta e verdura confezionate

Al supermercato preferite frutta e verdura sfuse e al mercato rionale portate sempre con voi sacchetti compostabili da usare al posto di quelli di carta o – peggio! – plastica, che spesso vengono buttati via dopo essere stati usati. Un piccolo consiglio: le borse di solito sono molto piccole e maneggevoli, basta riporle in borsa o nelle tasche delle giacche, per averle sempre con sé.

Tenendo a mente questi semplici propositi, iniziamo il nuovo anno delle risorse 2022 meglio dell’ultimo e contribuiamo collettivamente a posticipare la data – #MoveTheDate – il più possibile, utilizzando i nostri punti di forza: lungimiranza, innovazione, cura del prossimo e del nostro pianeta.

[ Roberta Di Giuli ]

 

[1] Earth Overshoot Day 2021:  https://www.overshootday.org

[2] GROHE compensa le inevitabili emissioni di CO2 con due progetti: una centrale idroelettrica in India e un’attività di manutenzione pozzi in Malawi che si basano su criteri estremamente rigorosi come il Gold Standard, sviluppato sotto l’egida del WWF: In entrambi i casi, oltre a evitare emissioni di CO2, le misure contribuiscono anche a uno sviluppo più sostenibile, ecologico e sociale dei territori all’interno dei quali si inseriscono i progetti.

[3] Maggiori consigli su: https://www.instagram.com/thezerowasteguide/

[4] WWF, 2016: https://www.wwf.de/aktiv-werden/tipps-fuer-den-alltag/energie-spartipps/strom-sparen

Maggiori consigli per evitare la plastica sulla piattaforma GROHE X