Home Ambiente Mitsubishi El...

Mitsubishi Electric: talento green a sostegno degli «Amici della Terra»

Il prossimo 14 maggio presso la sede del GSE avrà luogo l’incontro dal titolo «La pompa di calore: una tecnologia chiave per gli obiettivi 2030». Un appuntamento che sottolinea l’impegno dell’azienda giapponese di divenire un esempio leader di sostenibilità a livello mondiale

I prossimi due anni segneranno i primi 100 anni di Mitsubishi Electric, e la società giapponese intende celebrare questo importante traguardo imponendosi come azienda «verde» leader a livello mondiale.

I progetti utili per raggiungere tale obiettivo passano anche dalla collaborazione con una tra le più importanti associazioni ambientaliste del nostro Paese: Amici della Terra Italia Onlus-Mitsubishi Electric in cui la Casa giapponese opera e sostiene i programmi di sensibilizzazione dell’associazione volti alla creazione di una società a basse emissioni di anidride carbonica basata sul riciclo.

È bene a questo punto ricordare che Amici della Terra Italia Onlus è l’Associazione ambientalista riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente che promuove politiche e comportamenti orientati alla protezione dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, attraverso campagne di opinione, progetti, informazione ed educazione ambientali, iniziative sul territorio e proprio per promuovere politiche e comportamenti orientati alla protezione dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile e per decarbonizzare i consumi di energia degli edifici, Amici della Terra Italia Onlus, con il sostegno di Assoclima, Mitsubishi Electric e altre aziende, ha organizzato il prossimo 14 maggio presso la sede del GSE, l’incontro dal titolo «La pompa di calore: una tecnologia chiave per gli obiettivi 2030».

Diverse sono le soluzioni che possono essere adottate per riscaldare gli ambienti domestici e tra queste le pompe di calore rappresentano, sotto il profilo dell’eco-sostenibilità, un sistema altamente avanzato: il calore prodotto dalla pompa viene infatti tratto da fonti naturali come l’aria, l’acqua e il terreno.

Tecnologia virtuosa

Secondo uno studio condotto da Assoclima nel 2018 “per le potenze fino a 17 kW viene rilevata una notevole crescita dei modelli splittati a pompa di calore (+46% a valore), che portano l’intero comparto delle pompe di calore fino a 17 kW a +23”.

I dati attuali e i trend sulle vendite delle pompe di calore sono fondamentali per capire se sarà possibile raggiungere gli obiettivi assegnati a questa tecnologia dal Piano Nazionale Energia e Clima. Anche per quanto riguarda le emissioni di gas serra, l’effetto combinato degli interventi di efficienza energetica e del consumo di rinnovabili termiche da pompe di calore consentirebbe di abbattere le emissioni di CO2 del settore civile del 39%, raggiungendo e superando in tal modo l’obiettivo del 33% per le emissioni non-ETS.

Fabrizio Maja, Deputy Director Air Conditioning Division di Mitsubishi Electric Europe ha a tale riguardo ha evidenziato che “Mitsubishi Electric riveste un ruolo importante a livello mondiale nello sviluppo di tecnologie sostenibili e green per permettere alle persone di vivere in contesti abitativi e di lavoro confortevoli, sani e più efficienti a livello energetico. Per questo abbiamo aderito senza esitare all’impegno che sta portando avanti l’associazione «Amici della Terra» per diffondere i nuovi sistemi e tutte le innovazioni che possono aiutare il pianeta. L’intervento sulle pompe di calore ha particolare rilevanza per noi poiché siamo convinti che tale strumento costituisca una delle tecnologie essenziali per ottenere miglioramenti di efficienza energetica e diffusione delle fonti rinnovabili per conseguire (appieno) gli obiettivi di sostenibilità ambientale nei consumi energetici degli edifici”.

[ Redazione PROTECTAweb ]

 

 

■ Ulteriori informazioni sul contributo di Mitsubishi Electric ad Amici della Terra Onlus disponibili su: http://www.amicidellaterra.it