Home Ambiente Nella moda il...

Nella moda il green non è più solo un colore…

La moda risponde con attenzione alle sfide ecologiche mettendo in campo nuovi materiali e nuove tecnologie. «Phygital Sustainable Expo», l’evento che racconta lo stato dell’arte della moda sostenibile, ha preso il via questa mattina ai Mercati di Traiano di Roma, la prima delle due giornate, dando la parola ad illustri rappresentanti nazionali ed internazionali del settore senza trascurare una sfilata della creatività green

Sorprende, ma la moda è il secondo settore più inquinante del Pianeta! Un dato che induce gli addetti ai lavori, consapevoli, a mettere mano alla loro arte creativa – sia nei processi produttivi che nel prodotto – passando per il paradigma del rispetto ambientale. Ed ecco quindi fiorire… vestiti di fibre di rosa, di bamboo, di ortica, di arancio, o maglioncini al burro di canapa, morbidissima pelle vegana di cactus, di mais, o di uva e tanto, tanto altro ancora.

Il settore vive, quindi, un momento di grande rinnovamento, una trasformazione che merita attenzione ed un palcoscenico adeguato su cui sfilare e confrontarsi. L’occasione la offre Phygital Sustainability Expo®  che, giunta alla terza edizione, rappresenta il primo e unico evento in Italia interamente dedicato alla transizione ecologica del sistema moda e design attraverso l’innovazione tecnologica.

Creatrice di questo evento è Valeria Mangani, Presidente della Sustainable Fashion Innovation Society, associazione senza scopo di lucro preposta alla transizione eco-sostenibile del sistema moda. Quest’anno a fare da cornice all’evento, che ha aperto ufficialmente i battenti questa mattina alla presenza dell’Assessore alla Moda del Comune di Roma on. Alessandro Onorato, sono i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali a Roma.

Un programma ricco e variegato

In occasione dell’evento la firma del protocollo d’intesa tra Associazione Tessile e Salute e 13 associazioni di consumatori (Adiconsum, Adoc, Asso-Consum, Assoutenti, Cittadinanza Attiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Udicon, Associazione Utenti dei Servizi Radio Televisivi).

La manifestazione ha preso ufficialmente il via con la conferenza stampa con le Istituzioni e gli interventi della Presidente di «Sustainable Fashion Innovation Society» Valeria Mangani, l’on. Alessandro Onorato (Assessore Alla Moda, Turismo, Grandi Eventi, Sport del Comune di Roma), Alessandro Greco (Responsabile della Linea Sistema Moda ITA – Italian Trade Agency) e Antonio Franceschini (Responsabile Nazionale CNA Federmoda), con Rosanna Cancellieri, volto noto della RAI, come moderatrice.

 

 

La sezione «MODA e Biodiversità», dove Rosanna Cancellieri ha proseguito con il ruolo di moderatrice, ha visto i seguenti interventi:

Roberto Natali (Direzione RAI per la sostenibilità – ESG): «L’incontro Moda e Biodiversità»

Vincenzo Sanasi d’Arpe (Presidente World Food Programme Italia, CEO di CONSAP): «La Sostenibilità per il World Food Programme»

Ermete Realacci (Presidente di Fondazione Symbola): «Un’Italia che Fa l’Italia Anche nella Moda»

Barbara Nappini (Presidente di Slow Food Italia): «Bellezza, Etica e Rigenerazione»

Livio de Santoli (Prorettore per le Politiche Energetiche di Sapienza Università di Roma): «Energia per l’Uomo»

Giacomo Cortesi (Managing Director Pelletteria Richemont, CEO Serapian)

Stephan Winkelmann (Presidente & CEO di Automobili Lamborghini): «Lamborghini Roadmap to Sustainability»

Alessandra Cirafici  (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli): presentazione in anteprima del Dottorato di interesse Nazionale «Design per il Made in Italy»

Moda in mostra