Home Ambiente Repubblica di...

Repubblica di San Marino primo Stato a impatto zero

La blockchain arriva ai cittadini e premia i comportamenti virtuosi; firmati i protocolli di intesa con VeChain e DNV GL

A San Marino sono stati firmati i protocolli di intesa tra Segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, il Lavoro, la Cooperazione e le Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino, San Marino Innovation – Istituto per l’Innovazione della Repubblica di San Marino S.p.A., DNV GL Business Assurance Group AS e VeChain Foundation Limited.

Due partner di eccellenza che, insieme a San Marino Innovation, nei prossimi mesi accompagneranno la Repubblica nell’adozione della tecnologia blockchain, per poter così definire sistemi in grado di incentivare l’adozione di comportamenti virtuosi da parte dei cittadini e di creare le condizioni per attrarre nuove iniziative nella Repubblica, favorendo la trasformazione digitale e la crescita dell’intero tessuto economico del Paese. San Marino consolida così la sua strategia volta a sviluppare, promuovere e realizzare l’ecosistema dell’innovazione tecnologica.

«San Marino Low carbon ecosystem»: così è stato denominato il progetto proposto da DNV GL, in collaborazione con VeChain, che prevede la creazione di un ecosistema, in grado di promuovere l’adozione di comportamenti virtuosi da parte dei cittadini, finalizzati alla riduzione delle emissioni di CO2 e, successivamente, all’implementazione di modelli di economia circolare.

La piattaforma incentiverà, infatti, pratiche virtuose e sostenibili come il risparmio idrico, la raccolta differenziata e la gestione dei rifiuti, premiando i cittadini tramite un Token di Utilizzo, emesso da San Marino Innovation (San Marino Innovation Token), che potrà essere utilizzato per usufruire di servizi sul territorio della Repubblica.

Il cittadino potrà misurare gli effetti del proprio comportamento virtuoso; ad esempio, la riduzione di CO2, derivante dall’adozione di un comportamento orientato alla sostenibilità, sarà calcolato da un opportuno algoritmo e premiato tramite il San Marino Innovation Token. L’introduzione dell’ecosistema low carbon rappresenta il primo esempio, a livello globale, di incentivazione attraverso l’utilizzo della blockchain e di un token di utilità.

Nei prossimi giorni saranno insediati due tavoli di lavoro dedicati che coinvolgeranno tecnici, legali ed istituzioni per consentire una rapida ed efficace operatività.

Andrea Zafferani (Segretario di Stato Segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, il Lavoro, la Cooperazione e le Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino) ha dichiarato “Siamo particolarmente fieri e orgogliosi di questo protocollo d’intesa, che attesta la Repubblica di San Marino come luogo ideale dove fare sperimentazione, dove la blockchain entra a far parte della vita di tutti, ogni giorno. Daremo vita a un progetto che coinvolgerà direttamente i cittadini, premiandone i comportamenti virtuosi, rispondendo a esigenze chiare del sistema paese quali la riduzione di emissioni di anidride carbonica, il risparmio idrico, la gestione dei rifiuti e il miglior utilizzo energetico. Abbiamo l’obiettivo ambizioso di diventare il primo paese a impatto zero“.

[ Redazione PROTECTAweb ]