Home Energia AlpinSolar: a...

AlpinSolar: al via la produzione di energia

Ha iniziato a generare elettricità il più grande impianto fotovoltaico delle Alpi svizzere, ancora in fase di realizzazione. Un incontro nel cantone di Glarona per celebrare l’importante traguardo

Giunto ad un’avanzata fase di realizzazione, il più grande impianto fotovoltaico delle Alpi svizzere situato sulla diga di Muttsee a 2.500 metri sul livello del mare, ha potuto generare la sua prima energia.

Da sx: Christoph Brand, Simonetta Sommaruga, Mario Irminger e Claus Schmidt

L’evento celebrativo di questo primo traguardo, tenutosi a Linthal, nel cantone di Glarona, ha visto la partecipazione dei partner Axpo (il maggiore produttore svizzero di energie rinnovabili e leader internazionale nel commercio di energia, energia solare ed eolica) e IWB (società per l’energia, l’acqua, la mobilità e le telecomunicazioni; fornitore di servizi leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica), oltre che di Denner, la catena di supermercati che acquisterà l’energia prodotta per i prossimi 20 anni (accordo di acquisto di energia PPA).

Il Presidente di Axpo, Tom Sieber, apre la celebrazione sottolineando come «AlpinSolar» rappresenti un progetto pioneristico nel settore, in linea con il profilo aziendale e le capacità che Axpo ha dimostrato negli anni.

Pur non essendo ancora completata la realizzazione del progetto, Sieber sottolinea la soddisfazione per il primo traguardo raggiunto.

 

Simonetta Sommaruga, Ministra svizzera dell’Energia, ha elogiato il progetto affermando che rappresenta anche la  volontà della Svizzera ad investire nell’espansione delle energie rinnovabili, puntando a rafforzare la sicurezza nell’approvvigionamento dell’energia e non concentrare l’attenzione soltanto sull’import, come invece è stato fatto negli ultimi dieci anni.

La necessità di investire su altri progetti come quello di «AlpinSolar», è stata rimarcata in un panel di discussione che ha seguito la celebrazione e a cui hanno preso parte la Ministra Sommaruga, il CEO di Axpo Christoph Brand, il CEO di IWB Claus Schmidt e il CEO di Denner Mario Irminger. Particolare attenzione è stata posta sull’esigenza di velocizzare l’iter autorizzativo dei progetti e di aiutare gli investitori attraverso incentivi che rendano la costruzione di grandi impianti economicamente redditizia; sono questi i primi passi per agevolare un Paese che vuole investire su fonti rinnovabili e realizzare la transizione energetica attraverso la costruzione di progetti del calibro di «AlpinSolar».

Secondo Simone Demarchi, Amministratore Delegato di Axpo Italia, il progetto «AlpinSolar,pur essendo inserito nel contesto svizzero, ha tutte le caratteristiche per ispirare l’evoluzione del settore a livello internazionale. La certezza del ritorno sugli investimenti, inoltre, fa sì che anche i progetti apparentemente più ambiziosi nel campo delle energie rinnovabili, diventino possibili. Gli accordi a lungo termine PPA sono uno strumento fondamentale per la sostenibilità delle aziende e contribuiscono alla transizione energetica di un Paese. Demarchi auspica che anche in Italia tali accordi possano affermarsi sempre più e che le autorità pubbliche si attivino per snellire le pratiche autorizzative dei progetti.

Tanta energia solare

Situato sulla parete della diga di Muttsee della centrale di pompaggio di Limmern, a 2.500 metri sul livello del mare, l’impianto solare da 2,2 megawatt produrrà circa 3,3 milioni di kWh di energia elettrica all’anno.

Sulla parete della diga, che è orientata in modo ottimale verso sud, sono stati installati circa 5.000 moduli fotovoltaici. Grazie alla sua posizione alpina, l’impianto fornirà circa il 50% della sua produzione durante il semestre invernale. L’impianto sarà pienamente operativo nell’agosto 2022.

[ Maria C Galizia ]