Home Energia Gli «Amici de...

Gli «Amici della Terra» alla consultazione UE sulle emissioni di metano

Enel one of the world leaders in geothermal energy, operates 32 geothermal generating sets with 810.5 megawatts of installed power (711 megawatts of efficient power). Specifically, 27 are in operation in the Larderello-Travale/Radiconoli-Montieri area, with 722.5 megawatts of installed power, and the other five in the Monte Amiata area, with 88 megawatts. The annual net production of electricity now exceeds five billion kilowatt-hours, which constitutes 10% of the world's geothermal production and all of 25% of Tuscany's electricity requirements.

Un contributo per attivare la normativa in favore della Methane Strategy

Consultazione pubblica

Si è conclusa la prima fase di consultazione pubblica della Commissione UE sulle «nuove norme per prevenire le fughe di metano nel settore energetico». Gli Amici della Terra hanno partecipato inviando un proprio contributo: https://bit.ly/2MvKBcx. I nuovi strumenti legislativi puntano a migliorare la disponibilità e l’accuratezza delle informazioni sulle fonti specifiche di emissioni, introducendo l’obbligatorietà di misurazione, comunicazione e verifica (MRV) a livello aziendale per tutte le emissioni di metano legate all’energia. 

e

Dati ufficiali sulle emissioni

Dal punto di vista del monitoraggio, l’associazione condivide l’impostazione e sottolinea come sia necessario un salto di qualità nei dati ufficiali relativi alle emissioni di metano, possibile solo coinvolgendo fortemente gli attori del gas naturale – come già avviene a livello internazionale – al fine di verificare se gli obiettivi di riduzione auto-dichiarati siano stati effettivamente raggiunti da quegli attori che hanno annunciato il loro impegno, anche in Italia. Nel contesto italiano e comunitario, questo obiettivo può essere raggiunto anche con un ruolo normativo più incisivo per le attività di trasporto e distribuzione del gas naturale. 

Approccio esteso all’agricoltura

Punti chiave in materia di monitoraggio rimangono l’approccio esteso anche all’agricoltura e alla gestione dei rifiuti. Nonché la volontà della UE di concentrarsi anche sulle emissioni originate fuori dai confini dell’Unione. 

Catena di approvvigionamento del gas naturale

Sul fronte della riduzione delle emissioni le proposte degli Amici della Terra si concentrano sull’introduzione di strumenti di mercato, un pacchetto integrato basato sull’identificazione dei parametri di riferimento dell’intensità delle emissioni nei diversi segmenti della catena di approvvigionamento del gas naturale. Anche in questo caso appare fondamentale il coinvolgimento degli operatori del settore gas, in possesso del know-how necessario per eliminare il ricorso di routine al venting e al flaring, obiettivo dichiarato dell’Unione.

[ Riccardo Collacciani ]

 

PROTECTAweb-Amici-della-Terra-methane_strategy