Home Aziende Energia rinno...

Energia rinnovabile: Terre dell’Etruria punta sul fotovoltaico

Energia sostenibile a prezzi contenuti. Una delle condizioni previste nell’accordo stilato tra Sunprime e la cooperativa agricola Terre dell’Etruria. Al via 20 impianti fotovoltaici in Toscana per una potenza totale di 5 MW 

 

Si aggirerebbe attorno ai 4 milioni di euro l’investimento di Sunprime in materia di energia rinnovabile. Il Gruppo ha stipulato un accordo con Terre dell’Etruria ponendo l’obiettivo di realizzare più di 20 impianti fotovoltaici nei siti produttivi della cooperativa agricola. L’inizio dei lavori, stimato per l’anno corrente, verrebbe dislocato presso i siti delle quattro province toscane: Grosseto, Livorno, Pisa e Siena.

Gli impianti fotovoltaici a tetto di Sunprime avranno una potenza totale di 5 MW e forniranno energia elettrica alla cooperativa toscana. Parliamo di una delle più grandi realtà imprenditoriali, con le sue 3.500 aziende agricole associate, operanti nell’attività di raccolta, conservazione, lavorazione e commercializzazione dei prodotti agricoli d’eccellenza del territorio.

L’accordo raggiunto porta con sé un duplice valore aggiunto: da un lato la riqualificazione degli immobili a costo zero dato che l’investimento è completamente a carico di Sunprime, dall’altro l’accesso all’energia sostenibile a un prezzo ridotto. Diversi gli immobili coinvolti nel progetto: frantoi, centri di stoccaggio cereali, magazzini per la vendita di agroforniture per l’agricoltura professionale, mega store dedicati alla vendita dell’agroalimentare e hobbystica e centrali ortofrutticole.

Massimo Carlotti di Terre dell’Etruria e Stefano Rebuzzi di Sunprime

Massimo Carlotti, Presidente di Terre dell’Etruria, commenta così l’ambizioso progetto: “Un’azione green che porta con sé numerosi vantaggi sia dal punto di vista ambientale che del risparmio economico. Pensiamo che questo investimento, approvato dal Consiglio di Amministrazione della cooperativa, rappresenti una scelta indispensabile per produrre in modo autonomo l’energia di cui abbiamo bisogno, mettere a disposizione delle comunità con progettualità future l’energia in eccesso, tagliando anche il costo della bolletta. Un intervento effettuato confermando le nostre convinzioni che uno sviluppo energetico efficiente e responsabile può e deve essere fatto senza utilizzare i terreni agricoli produttivi. Un piano ambizioso che porterà la cooperativa a fine 2024 alla totale autosufficienza energetica”.

Stefano Rebuzzi, Responsabile Commerciale di Sunprime ha sottolineato invece: “Siamo molto soddisfatti di questo accordo, poiché rappresenta un esempio virtuoso in cui Sunprime genera valore per il territorio e le imprese locali, riqualificando immobili della filiera agroalimentare, fornendo energia rinnovabile a km zero e consentendo di ridurre la spesa elettrica delle aziende agricole associate. Crediamo nella promozione dell’energia distribuita, e in questo caso si sposa perfettamente con il modello cooperativo di Terre dell’Etruria, e le esigenze dei propri associati”.

L’impegno futuro di Sunprime è di realizzare un piano per la creazione di 250 progetti fotovoltaici su tetto e a terra sparsi sull’intero territorio nazionale, da completare entro il 2024.

[ Giorgia Poggi ]