Home News CIRCLE: APPRO...

CIRCLE: APPROVATO DALLA EU IL PROGETTO EUROPEO E-BRIDGE SUL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DEL PORTO DI GENOVA

Circle S.p.A. («Circle»), società a capo dell’omonimo Gruppo specializzata nell’analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione dei settori portuale e della logistica intermodale, quotata sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana, comunica il suo coinvolgimento al fianco di Uirnet S.p.A. e Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale nel progetto «E-BRIDGE. Emergency and BRoad Information Development for the ports of Genoa», il cui valore totale si attesta sui 12 milioni di euro di costi eleggibili.

Il Progetto E-BRIDGE, co-finanziato dalla Commissione Europea per 6 milioni di euro, rientra nel più ampio programma di interventi di rilevanza nazionale a supporto della situazione emergenziale che ha colpito l’area di Genova a seguito del crollo del Ponte Morandi. Il progetto prevede l’implementazione di una piattaforma ICT finalizzata alla condivisione dei dati tra sistemi portuali, varchi dei terminal, aree circostanti e connessioni di ultimo miglio ferroviario.

Circle avrà un importante ruolo sulle componenti specialistiche del progetto EU, sulle attività specifiche di interoperabilità e sullo studio del modello di ottimizzazione e gestione del sistema ferroviario di comprensorio, per un contributo pari a € 675.000 del totale.

Il progetto si snoda principalmente sul biennio 2019-2020 e prevede:

– il ridisegno organizzativo e informativo dell’ultimo miglio ferroviario;

– lo sviluppo di alcuni progetti pilota di «gate automation» anche in relazione alle esigenze di connessione informativa con gli ambiti logistici esterni al perimetro portuale;

– la realizzazione di aree di sosta intelligenti all’interno delle infrastrutture del porto;

– la progettazione e realizzazione di un primo pilota per aree buffer esterne all’ambito portuale.

– lo studio per la definizione di un modello di ottimizzazione e di gestione di Supervisione del Sistema ferroviario di Comprensorio.

L’iniziativa progettuale, che vede come beneficiario il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Italiano (MIT), con ADSP del Mar Ligure Occidentale e UIRNet e la collaborazione di RFI, partner per lo sviluppo della componente infrastrutturale del porto, delle connessioni con il sistema logistico nazionale e con la rete europea, rispettivamente per la componente stradale e ferroviaria.

Il termine del progetto è calcolato sulla realizzazione da programma della nuova infrastruttura che sorgerà al posto del Ponte Morandi.