Home News Per Zolezzi (...

Per Zolezzi (M5S): Commissione PNRR-PNIEC duplicato che può complicare iter realizzazione opere

“Il decreto Semplificazioni prevede l’istituzione presso il Ministero della Transizione Ecologica di una commissione tecnica per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNRR-PNIEC), composta da 40 esperti, che rimarranno in carica per 5 anni, rinnovabili per una sola volta, per la valutazione ambientale dei progetti del Recovery Plan. Questa previsione rappresenta un’inutile e rischiosa duplicazione della commissione Via-Vas già esistente, commissione che peraltro grazie al nostro lavoro insieme a quello dell’allora ministro Sergio Costa, sta producendo risultati importanti in termini sia qualitativi sia quantitativi, imprimendo una netta accelerazione all’esame delle opere”. Lo afferma il deputato del Movimento 5 Stelle Alberto Zolezzi, membro delle commissioni Ambiente ed Ecomafie che prosegue: “I rischi connessi a questa duplicazione, peraltro già segnalati da più parti, sono molteplici ed evidenti: con due organi diversi che dovranno esprimersi su materie e questioni affini è facile immaginare che aumenti il contenzioso e dunque che si possano bloccare molte procedure. A questo si aggiunga che la commissione non sarà immediatamente operativa perché si dovrà attendere il reclutamento (ancora non è chiaro con quale inquadramento e in base a quali criteri e procedure) dei 40 esperti. Sarebbe invece più ragionevole, e abbiamo pronti i nostri emendamenti in tal senso, attribuire le funzioni relative al PNRR all’attuale commissione Via, con una governance consolidata e già ben coordinata dall’attuale presidente. A nostro avviso basta dotare la commissione di nuove risorse e personale, istituendo una sottocommissione ad hoc che di dedichi ai progetti del PNRR”.