Home Energia Costi & Efficienza Con le lampad...

Con le lampade a basso consumo l’efficienza è di casa

LED

La raccolta differenziata delle lampade a basso consumo è in aumento. Enel ha lanciato la gamma Green Solution, con luci a LED che coniugano qualità, risparmio e sicurezza

•• Il 2014 passerà alla storia della ricerca scientifica per l’assegnazione del Nobel per la fisica ai tre inventori del LED blu che ha rivoluzionato l’illuminazione. Mentre a dicembre gli scienziati volavano a Oslo per ritirare il premio, in Italia Enel Energia aveva già venduto quasi 500mila lampadine a LED, attestandosi come il player in grado di coprire in soli otto mesi il 20% del mercato nazionale. Ma soprattutto ha ottenuto il riconoscimento dei comuni cittadini che hanno dimostrato di apprezzare l’offerta oltre ogni aspettativa. A convincerli non è stata certo la notizia del premio Nobel, ma un insieme tangibile di vantaggi: l’80% di risparmio di energia rispetto alle altre lampadine in commercio, l’affidabilità del prodotto – dura circa vent’anni – e la possibilità di rateizzare la spesa in tre anni, così da ammortizzare il costo con il risparmio dei consumi.

LEDRisparmio energetico ed efficienza sono temi all’ordine del giorno per ottemperare agli stringenti obblighi europei in materia. I cittadini sono chiamati a contribuire favorendo la raccolta differenziata degli elettrodomestici esausti o non più utilizzabili. Lampade, frigoriferi, televisori, computer al termine del ciclo di vita diventano rifiuti classificati con la sigla RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). In base ai dati Legambiente, in Italia nel solo 2012 sono state prodotte 800mila tonnellate di RAEE.  L’UE ha elaborato soluzioni per prevenirne la produzione e garantirne un corretto trattamento con le Direttive recepite in Italia con il D. Lgs. n.151 del 2005 e successivamente con il D. Lgs. n. 49 del 14 marzo 2014.

Nuova vita per le lampade

Per le lampadine a basso consumo di energia esauste, a differenza dei vecchi esemplari a filamento metallico, è prevista la raccolta differenziata presso punti vendita, centri di raccolta comunali e isole ecologiche. Il D.Lgs. 49/2014 ha introdotto il principio dell’uno contro zero, ossia il ritiro gratuito e senza obbligo di acquisto delle lampadine di questo tipo che sostituisce l’uno contro uno, che ne vincolava il ritiro all’acquisto di una nuova. Con il loro riciclo sarà possibile evitare la dispersione di mercurio nell’ambiente e recuperare fino al 95% dei materiali. Secondo Ecolamp nel 2013 la raccolta delle lampadine a basso consumo ha registrato un aumento del 16%, con oltre 1.905 tonnellate recuperate.

In prima linea su risparmio energetico ed efficienza, Enel ha lanciato sul mercato Luce a Led: una gamma di lampadine che coniugano alta qualità, risparmio e sicurezza. Rispetto alle lampade tradizionali esse producono la stessa quantità di luce, riducendo i consumi di energia elettrica di oltre l’80% e durano fino a 15 volte di più. Le lampade a Led di Enel non contengono mercurio e piombo e non producono raggi IR o UV. È inoltre possibile pagarne l’acquisto direttamente in bolletta con piccole rate mensili.

Paolo Magnani
[15 Gen 2014]