Home Energia Costi & Efficienza ESCo Europe 2...

ESCo Europe 2014, sotto il segno di EDF

Esco Europe 2014

Da 10 anni ormai, ESCO Europe è l’evento di riferimento del mercato dell’efficienza energetica e delle aziende di servizi energetici a livello europeo, e l’edizione di Barcellona (22-23 gennaio 2014) ha confermato il successo delle precedenti di Copenaghen (2013) e di Londra (2012). Con una variante: l’onnipresenza di EDF, fornitore francese e leader europeo in ambito energetico

•• In presenza delle autorità politiche spagnole ed europee, si sono riuniti a Barcellona, dal 21 al 23 febbraio, oltre 400 tra top managers, universitari e professionisti specialisti del settore, in rappresentanza di 35 paesi e provenienti dal mondo dell’industria, dell’energia, dalle istituzioni (Banca Europea d’Investimento – BEI…) e dalle associazioni (ANESE per la Spagna, il Presidente di ESCo Germania, il CEO dell’Energy Manager Association per la Gran Bretagna).

Organizzato in sessioni plenarie e tavole rotonde intervallate da incontri informali e meeting, l’evento vuole favorire il business networking, alla ricerca delle migliori risorse finanziarie e umane, in un momento in cui il mercato dei servizi energetici non è che all’inizio del suo sviluppo.

Esco Europe 2014

All’ordine del giorno, i contratti di fornitura e di performance nel settore pubblico e privato, le difficoltà degli EPC contractors (i costruttori d’impianti), le problematiche relative all’ottenimento di finanziamenti, il case history relativo al lighting per il settore residenziale. I relatori si sono interrogati sugli effetti del progresso tecnologico sui vari modelli di business, ed hanno raggiunto un accordo sull’obiettivo che deve essere comune a tutti: incoraggiare le università, le banche ed i fornitori di commodities a promuovere l’efficienza energetica per garantire l’approvvigionamento energetico in un contesto di calo generale della crescita, e per costruire un sistema energetico sostenibile nel rispetto degli obiettivi e degli impegni europei che disciplinano la materia.

La presenza massiccia di EDF

Durante le prime riunioni plenarie, sono intervenuti due relatori per EDF Fenice, il braccio armato della multinazionale francese nei servizi energetici: Nicolas Katcharov, CEO, e Xavier Rouland, Direttore Generale della filiale spagnola Fenice Iberica. Presenti in platea le rappresentanze delle direzioni Finanziaria, Giuridica, Commerciale, Ricerca e Sviluppo, Servizi Energetici, e Sviluppo Ambiente del colosso francese.

Sostengono i managers di EDF che ESCO Europe sia una piattaforma di scambio di conoscenze e best-practices strettamente legata al Campus Internazionale sull’Efficienza Energetica lanciato a Torino dalla stessa EDF Fenice nell’ottobre 2013, con il Patroncino e la presenza del Ministro italiano dell’energia e la partecipazione di oltre 700 professionisti provenienti da tutto il mondo. Quello che si annuncia per il Campus è un programma di studi a largo spettro: dal risparmio energetico sui mezzi decentrati di produzione e distribuzione di energia ai saving sul consumo dei vettori (lighting, air conditioning, building), dall’audit al trading energetico, dall’installazione allo smantellamento degli impianti, dal finanziamento al servizio chiavi in mano.

Esco Europe 2014

EDF sta forse mettendo in atto da qualche mese una strategia discreta ma ben precisa. Alla fine dell’anno scorso EDF ha infatti acquisito una parte di Dalkia, primo operatore di servizi energetici in Europa, e Citelum, società specializzata nel lighting pubblico. Ora si impegna nel Campus Efficienza Energetica ed in ESCo Europe, ed è annunciata l’organizzazione di altri eventi dello stesso calibro. Il suo obiettivo potrebbe essere creare una fitta rete globale di formazione ed informazione sull’efficienza energetica in Europa.

Prima costruire delle strutture di taglia critica, in grado di fare concorrenza a livello europeo ai player principali (tra gli altri Cofely, ABB, Siemens, Rolls Royce). Poi acquisire il controllo dell’informazione. Un approccio strutturato e metodico del mercato dei servizi energetici. Come se l’esercito si mettesse in ordine di battaglia.

Enzo Santarsia