Home Energia Gli schemi di...

Gli schemi di Autoconsumo Collettivo e le Comunità dell’Energia

Dal recente Decreto del MiSe strumenti utili alla concretizzazione di iniziative in tema di generazione, autoconsumo e consumo di energia

L’Autoconsumo Collettivo e le Comunità dell’Energia sono due schemi di organizzazione che i cittadini possono adottare per rispondere in modo collettivo ad alcuni bisogni in ambito energetico, sociale e ambientale; tali bisogni debbono essere riconosciuti come

  • prioritari dal contesto abitativo o dalla comunità in cui tali schemi vengono realizzati e
  • coerenti con gli obiettivi di decarbonizzazione assunti a livello italiano ed europeo.

Negli ultimi mesi si sono e si stanno moltiplicando iniziative, convegni e seminari in cui si illustra e si dibatte circa il ruolo che questi due strumenti potranno avere nel raggiungimento, tra l’altro, degli obiettivi di efficienza nella produzione e consumo di energia delle famiglie e per combattere la povertà energetica, grazie alla riduzione delle tariffe di fornitura per gli utenti singoli e per le utenze collettive.

Flussi energetici di uno schema d’autoconsumo collettivo: energia prodotta, prelevata, autoconsumata, immessa in rete e condivisa

Il 16 settembre 2020 il Ministro dello Sviluppo Economico – per anticipare il recepimento delle Direttive UE RED II e IEM nonché per sperimentare le ricadute dei due schemi – ha firmato il decreto attuativo attraverso il quale vengono stabilite le tariffe incentivanti e le relative modalità di accesso., mentre RSE (Ricerca sul Sistema Energetico) è stata incaricata dalla Commissione Europea di studiare la possibilità:

  • di dare supporto tecnico al MiSe per tale recepimento;
  • di promuovere e valutare l’implementazione di progetti pilota di schemi di Autoconsumo Collettivo e Comunità di Energia Rinnovabile.

Il conseguente DossieRSE ha quindi introdotto l’argomento dal punto di vista normativo ed approfondito l’aspetto tecnico-sperimentale presentando prodotti sintetici ma completi, scientificamente rigorosi ma facilmente assimilabili, attraverso un nuovo canale di comunicazione (per l’appunto il Dossier RSE), consultabile su https://www.dossierse.it/

Rappresentazione giornaliera dell’energia immessa, dell’energia prelevata e dell’energia condivisa per l’autoconsumo in uno schema tipo

L’idea è nata dall’esigenza di presentare, in corrispondenza della conclusione di progetti o attività di ricerca o in concomitanza con particolari momenti o passaggi dell’agenda economica o normativa, un tema specifico e chiaramente definito, esposto con la chiarezza necessaria per una facile comprensione di diverse tipologie di interlocutori.

Per questa ragione i contenuti sono presentati con un articolo scientifico nel Dossier che viene a sua volta riassunto in una Sintesi, commentato da ricercatori RSE nelle Opinioni, e corredato con video, immagini e grafici in Media mentre nella sezione Pillole i principali spunti che si evidenziano dal testo vengono presentati sotto forma di tweet.

[ Redazione PROTECTAweb ]