Home Mobilità & Trasporti Trasporto Ferroviario LE FERROVIE P...

LE FERROVIE PER EXPO 2015

Treno

A pochi giorni dal «grande evento» RFI ha presentato il programma degli interventi per potenziare la rete: linee dedicate, una torre di controllo unica per monitorare il traffico, stazioni più accessibili e nuovi sistemi informativi

•• Meno di una settimana all’apertura dei cancelli dell’Esposizione Universale di Milano: senza addentrarci in valutazioni sulla possibilità o meno di ultimare tutte le opere inerenti all’EXPO 2015, e ai padiglioni, c’è felicemente da constatare che, almeno sul piano del trasporto ferroviario, le cose sono a buon punto.

Per incrementare l’efficienza e la capacità di trasporto delle linee ferroviarie, gestire e monitorare il traffico ferroviario in Lombardia e sull’asse orizzontale Torino-Padova il Gruppo FS Italiane, con Rete Ferroviaria Italiana, ha avviato un intenso programma di investimenti per il potenziamento tecnologico e infrastrutturale della rete ferroviaria lombarda.

Il programma degli interventi, in corso di definitiva ultimazione, è stato illustrato a Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia, da Michele Mario Elia, Amministratore Delegato di FS Italiane, e da Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana.

expo

Il filo conduttore di questi interventi è stata la visione di sistema: da un lato si è voluto diversificare i flussi di traffico, con linee ferroviarie dedicate, dall’altro fluidificare le linee di accesso al nodo di Milano, a tutto vantaggio del trasporto pendolare.

Per EXPO Milano 2015 è stata poi migliorata l’accessibilità e la qualità del servizio in 18 stazioni, fa cui quelle del Passante ferroviario di Milano e Milano Centrale, Milano Porta Garibaldi, e Milano Rogoredo.

La capacità di traffico, le caratteristiche prestazionali e l’affidabilità della rete sono invece state incrementate e migliorate con l’installazione di sistemi di ultima generazione per la gestione e il controllo del traffico ferroviario. Migliorati anche i processi di manutenzione dell’infrastruttura e i sistemi (audio e video) per le informazioni e comunicazioni ai viaggiatori.

expo

Nelle stazioni di Milano Centrale, Milano Porta Garibaldi e Rho Fiera EXPO Milano 2015 sarà attivo, da maggio 2015, WiFi Station il portale virtuale di stazione che metterà a disposizione nelle stazioni uno spazio wi-fi e aggregherà da diversi canali informazioni, servizi e notizie, concentrandole in un unico ambiente web.

La stazione diventerà così una smart station.

Trenitalia è Official Global Rail Carrier di EXPO Milano 2015: durante i sei mesi dell’Esposizione Universale, Milano sarà servita da 236 corse al giorno, di cui 148 Frecce Trenitalia, con un’offerta complessiva di 130mila posti al giorno tra collegamenti nazionali e internazionali. A Rho Fiera EXPO Milano 2015 fermeranno ogni giorno 19 Frecciarossa, 18 Frecciabianca, quattro InterCity Notte e 26 treni da e per Svizzera e Francia. Potenziata anche l’offerta di corse ferroviarie regionali e suburbane gestite da Trenord.

Il semestre di EXPO Milano 2015 coinciderà anche con l’arrivo sui binari dell’Alta Velocità italiana del più moderno e tecnologico treno veloce europeo, il Frecciarossa 1000.

Torre di controllo a Milano Greco Pirelli

Una torre di controllo unica, a Milano Greco Pirelli, gestirà e controllerà il traffico ferroviario in Lombardia e sull’asse orizzontale Torino-Padova.

Già oggi da qui 170 operatori di Rete Ferroviaria Italiana – 24 ore su 24 in tre turni di lavoro – gestiscono e controllano con tecnologie d’eccellenza il traffico ferroviario, l’informazione ai passeggeri in sicurezza e la diagnostica dell’infrastruttura con un traffico ferroviario (treni passeggeri e merci) pari a circa 2.400 treni al giorno, il 30% di quanto prodotto a livello nazionale.

Trenitalia

Il Posto Centrale di Milano Greco Pirelli, attivato nel novembre 2013, è un unico edificio su 3 livelli: un corpo centrale (nuova costruzione) e quattro corpi laterali disposti in direzione Nord Ovest-Sud Est (ristrutturati edifici adibiti a uso industriale).

L’area di giurisdizione è stata implementata per fasi. A novembre 2013 trasferite da Milano Lambrate le postazioni, con tecnologia tradizionale, che controllano la rete Lombarda periferica. Da gennaio 2014 è stato progressivamente attivato il nuovo Sistema di Comando e Controllo Multistazione (SCC-M) che sovrintende il nodo di Milano e le linee a Est, con l’upgrade delle tecnologie che gestiscono il traffico ferroviario nel Passante cittadino. Il 18 aprile 2015 l’SCC-M sarà configurato con le linee del quadrante Est del nodo di Milano e entro fine anno con la restante parte del nodo di Milano e la linea Treviglio – Bergamo. Nel 2016 sarà attivata la Sala Esercizio AV che gestirà il traffico AV/AC fra Torino e Milano (oggi monitorato dal Posto centrale di Settimo Torinese) e della nuova linea AV/AC Milano-Brescia.

Il completamento dei lavori di up-grading dell’asse orizzontale Torino-Padova è previsto per dicembre 2017.

L’investimento complessivo per il fabbricato del Posto Centrale di Milano Greco è stato di 30 milioni di euro ed è parte integrante del progetto complessivo di potenziamento tecnologico delle linee Torino-Padova e Milano-Chiasso, il cui investimento complessivo è pari a 760 milioni di euro.

Sala Esercizio rete

La sala Esercizio rete ha giurisdizione sul nodo metropolitano di Milano e sulle linee convenzionali regionali.

Le tecnologie d’eccellenza consentono una gestione integrata di circa 2.400 treni/giorno, di cui 2.000 viaggiatori e 400 merci.

Sono complessivamente 24 le postazioni operative, più quattro di supporto, con funzioni di coordinamento operativo, supervisione e regolazione del traffico, monitoraggio dell’infrastruttura e coordinamento delle informazione per i viaggiatori. Postazioni integrate, riservate alle imprese ferroviarie, consentono decisioni più tempestive e un’informazione più puntuale.

Il coordinatore di sala è, inoltre, il primo interfaccia con l’Autorità Giudiziaria, la Protezione Civile, il soccorso medico, in caso di emergenza.

Tecnologia evoluta per la gestione integrata

RFI sta realizzando per fasi il nuovo sistema per la gestione del traffico ferroviario – Apparato Centrale Computerizzato Multistazione/Sistema di Comando e Controllo Multistazione (ACC-M/SCC-M) che progressivamente consentirà la gestione a distanza e in telecomando delle linee del nodo di Milano della direttrice orizzontale Torino – Padova.

L’SCC-M è la più avanzata tecnologia di gestione integrata della circolazione dei treni in uso in campo ferroviario e integra quattro sotto sistemi: oltre al controllo della circolazione, l’informazione al pubblico, il monitoraggio in tempo reale degli apparati di linea e stazione e la telesorveglianza delle stazioni.

I vantaggi assicurati dall’SCC-M riguardano in primo luogo l’efficienza e l’affidabilità degli impianti, con un sensibile miglioramento della qualità del servizio ai viaggiatori, sia in termini di regolarità che di tempestività delle informazioni. La telesorveglianza, infine, aumenta la protezione dei beni della società da furti e atti vandalici e la sicurezza all’interno degli impianti.

Alla sala Esercizio rete fa capo anche il sistema CTC (Controllo Centralizzato del Traffico) utilizzato per la gestione del traffico delle linee metropolitane del Passante ferroviario, della Milano-Mortara, Luino-Laveno Mombello, Cremona-Mantova e il bacino della Valtellina.

Il CTC è il capostipite dei sistemi di gestione a distanza della circolazione sulle linee a servizio di bacini regionali e consente di effettuare da un unico Posto centrale il telecomando e la supervisione di un elevato numero di stazioni e fermate non presenziate da personale ferroviario.

Alessandro Ferri
[24 Apr 2015]