Home Mobilità & Trasporti Trasporto Ferroviario Pendolino svi...

Pendolino svizzero: arrivano i nuovi ETR 610

ETR 610

La Alstom ha consegnato alle FFS il primo ETR 610 della seconda serie, riciclabile e energeticamente efficiente

 

•• Lo stabilimento Alstom di Savigliano ha consegnato il primo degli otto convogli Pendolino ETR 610. La fornitura della nuova serie, ordinata dalle FFS nel luglio 2012, procede pertanto nel pieno rispetto dei termini contrattuali: il convoglio – che fa parte della famiglia dei Pendolino di quarta generazione – ha già ottenuto i certificati di omologazione per le linee della Confederazione, spesso tortuose e acclivi. Inizieranno ora gli ultimi test dinamici e a fine anno, quando saranno già stati consegnati altri due convogli, le Ferrovie Svizzere impiegheranno i nuovi treni sulla linea del Gottardo, come treni EuroCity per Milano.

Squadra che vince, non si cambia: il Pendolino è una realtà consolidata anche sulla rete elvetica, dove fin dal 1997 circolano gli ETR 470, originariamente in servizio con la società italo-svizzera «Cisalpino». I quattro ETR 470 rimasti con le FFS dopo lo scioglimento della «Cisalpino», non saranno più operativi dalla fine dell’anno, quando i nuovi rotabili andranno ad aggiungersi ai Pendolino ETR 610 della prima serie, che attualmente effettuano un servizio più che soddisfacente sulla linea del Sempione.

Tecnologia e rispetto ambientale

Anche la seconda serie dei 610 è dotata della tecnologia ad assetto variabile, sviluppata da Alstom, che permette ai treni di inclinarsi in curva e di raggiungere una velocità massima più elevata rispetto ai convogli convenzionali. L’aspetto ambientale è salvaguardato con grande attenzione: i nuovi treni sono riciclabili al 95%, ed equipaggiati con un sistema di frenatura elettrico in grado di contenere i consumi di energia elettrica «riciclandola» in frenata, restituendola alla linea.

ETR 610

Il Pendolino ETR 610 viaggia a una velocità massima di 250 km/h: le sette carrozze possono ospitare fino a 430 passeggeri su comodi sedili. L’intento dei progettisti era quello di dare continuità allo standard elevato già presente nella prima serie: i passeggeri possono accedere facilmente al treno grazie agli ampi corridoi e ai passaggi di intercomunicazione adeguati, i sedili, dotati di luci da lettura individuali, funzione reclinabile e prese elettriche, sono allineati agli ampi finestrini, e offrono una vista panoramica assicurando un’illuminazione naturale. Notevole, infine, la «security» dei passeggeri: un sistema di videosorveglianza garantisce la massima sicurezza di chi viaggia, scoraggiando furti premeditati e occasionali, e eventuali aggressioni.

I convogli transfrontalieri del Pendolino ETR 610 per le FFS sono concepiti in modo da soddisfare gli standard europei in materia di interoperabilità (TSI) e sono equipaggiati con Atlas – il sistema di segnalamento europeo di Alstom (ERTMS) – richiesto per operare in Svizzera, Italia e Germania.

I treni sono fabbricati in Italia presso lo stabilimento Alstom di Savigliano (CN), da oltre 30 anni centro di eccellenza mondiale per la produzione del Pendolino. Inoltre collaborano alla loro produzione le sedi di Sesto San Giovanni (MI) e di Bologna; Le Creusot, Ornans e Reichshoffen (F); Montreal (CN) e Neuhausen am Rheinfall (CH).

 

Alessandro Ferri